Domenica 24 ottobre allo Spirito di Vigarano Mainarda ritorna “Peccato Vinile”, dove il professor Paolo Zamboni vestirà i panni del dj

Torna Tutte le Direzioni in Falltime 2021, con l’appuntamento dedicato agli amanti dei dischi. Domenica 24 ottobre allo Spirito di Vigarano Mainarda (Ferrara) ritorna “Peccato Vinile”. Conducono la matinée Ellade Bandini e Alessandro Mistri, con ospite d’eccezione Paolo Zamboni, (foto di Sers82), direttore del centro di chirurgia vascolare dell’Università degli studi di Ferrara. Per l’occasione, però, si presenterà nell’insolita veste di dj, “portatore sano” della sua personale playlist rigorosamente in vinile.

Inizio ore 12 (aperitivo e pranzo) e a seguire “Peccato Vinile”. In occasione dell’incontro si terrà la degustazione dei vini della cantina Mattarelli a cura del presidente di AIES – delegazione Delta del Po Luca Piscitelli. L’appuntamento domenicale, questa volta rivestirà un carattere particolare, perché sarà l’occasione per ricordare il batterista Enzo Carpentieri e Franco Cerri – già premiato dal Gruppo dei 10 – entrambi scomparsi nei giorni scorsi lasciando un vuoto significativo nel mondo del jazz.

A pochi giorni di distanza, giovedì 28 ottobre sempre allo Spirito, il professore Paolo Zamboni ripreso il camice, sarà ospite dell’appuntamento “Covid 19 e vaccini. Cosa ho visto con i miei occhi” organizzato dal Gruppo dei 10 come momento di incontro e scambio di idee a due anni dall’inizio della pandemia che ha messo in ginocchio l’umanità. Oltre al direttore del Centro malattie vascolari dell’Università degli studi di Ferrara interverranno anche i componenti della task force di ricerca anti Covid dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Sant’Anna di Ferrara, insieme ad Angelina Passaro, docente di Medicina Interna, Responsabile unità di degenza Covid a Cona e Roberta Rizzo, docente di Microbiologia di Unife.

La conversazione sarà condotta e stimolata dal giornalista Stefano Lolli. Per alleggerire l’inevitabile serietà dell’argomento, si proseguirà poi con la terapia sperimentale consigliata dal Gruppo, ovviamente a base di musica: “Canta che ti passa…” con Teo Ciavarella al pianoforte e la splendida voce di Rosa D’Alise, cantante di pop e lirica che ha conquistato il pubblico partecipando ad Amici di Maria De Filippi. Pianista, compositore, direttore d’orchestra, docente al conservatorio di Bologna e in passato al Frescobaldi di Ferrara, Teo Ciavarella ha portato il linguaggio del jazz che nasce a Bologna – dove vive dagli anni Ottanta – in giro per il mondo, arricchito dal forte radicamento al Gargano, sua terra d’origine. Inizio ore 19 (aperitivo e conferenza) e a seguire cena e concerto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *