Domenica grande Football a Ferrara

LE AQUILE IN AMICHEVOLE CONTRO I PIRATES DELLA SOUTHWESTERN UNIVERSITY DI GEORGETOWN/TEXAS

Ferrara al centro dello sport di alto livello, e non solo per i meritatissimi successi della Spal. Domenica 21 maggio a partire dalle ore 16.00 sarà il Mike Wyatt Field di via Cimarosa ad accogliere un evento davvero unico nel suo genere. Le Aquile Ferrara affronteranno infatti in amichevole i Pirates di Southwestern University of Georgetown, top squadra del campionato universitario americano.
Da un lato per gli sportivi ferraresi sarà l’occasione di ammirare tanti prospetti che nelle prossime stagioni troveranno posto nel campionato pro NFL. Dall’altra parte, per il College texano quella di Ferrara si tratta dell’ultima prestigiosa tappa di un viaggio in Italia. Tappa che sarà resa ancora più affascinante grazie all’Ascom, che ha patrocinato l’evento, e che metterà a disposizione dei giocatori americani le proprie guide per fare promozione turistica della città.

I valori sportivi, sociali e commerciali dell’iniziativa sono stati spiegati durante la conferenza stampa di presentazione. “I Pirates sono la squadra più forte – spiega il gm delle Aquile Raffaello Pellegrini – che mai abbia giocato su un campo di football a Ferrara. Per tutti i nostri giovani sarà un’occasione unica di confronto, ma in realtà le cose più importanti verranno prima e dopo il match. I Pirates saranno a Ferrara già sabato, potranno vivere la città, immergersi nella magia del palio, e spero che ritornino negli Usa con la meraviglia negli occhi. Al termine del match invece, sempre al Mike Wyatt Field, faremo un barbecue per favorire un profondo scambio culturale”.

Va indietro nella memoria Giulio Felloni, oggi presidente Ascom ma un tempo anche storico presidente delle Aquile: “La prima partita internazionale della nostra franchigia è stata contro un team di Parigi, lo Spartacus; lì vincemmo perché il giorno prima li avevamo riempiti di salamina da sugo. Domenica invece sarà un match improponibile, ma sarà comunque una bella lezione di vita confrontarsi con futuri giocatori NFL. È proprio attraverso queste iniziative che teniamo alta l’attenzione di un pubblico internazionale su Ferrara”.

Confrontarsi con i migliori, quindi, per far crescere i propri prospetti. È in sostanza la filosofia che ha portato quest’anno le Aquile ad autoretrocedersi dalla prima alla terza divisione: “Quest’anno – conferma l’attuale presidente Alfredo Ferrandino – sto vivendo emozioni incredibili, perché vedo crescere giorno dopo giorno un gruppo sano di ragazzi. Non vedo l’ora di vederli nel confronto con i professionisti americani”.

Un’attenzione al settore giovanile reso possibile anche dagli sponsor. Raffaele Maragno con il gruppo Dinamica Media è da cinque anni al fianco delle Aquile: “Diamo il nostro contributo per portare avanti il movimento, perché è uno sport praticato da persone vere. Quest’anno saremo nuovamente coinvolti nell’organizzazione dell’Italian Bowl, che si terrà a Vicenza dal 7 al 9 luglio; la speranza è di vedere le Aquile in qualche finale, visto che sia la prima squadra che il settore giovanile si stanno davvero ben comportando a livello nazionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *