Donazione di organi e tessuti, anche Cona risponde alla campagna regionale

“Una scelta consapevole” è lo slogan della nuova campagna di sensibilizzazione e informazione rivolta alla cittadinanza in tema di donazione di organi e tessuti, promossa dalla Regione Emilia-Romagna e sostenuta dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara.

Quest’iniziativa offre uno spunto di riflessione che pone particolare attenzione alla pressione presente sulle strutture ospedaliere causata dalla diffusione del Coronavirus. Ciò ha determinato una contrazione delle donazioni, soprattutto durante i mesi della prima ondata. Nella fase 1 della pandemia la Rete Nazionale dei Trapianti è riuscita tuttavia a contenere la riduzione dell’attività trapiantologica e, attualmente, i dati complessivi del 2020 mostrano un calo del numero dei trapianti eseguiti pari soltanto al 7,5%.

“Al momento attuale, considerando l’andamento epidemiologico della pandemia e la nuova ondata di contagi – mette in evidenza Silvia Bortolazzi, Coordinatore Locale dell’Ufficio Coordinamento Aziendale Procurement (UCAP) – è presente un elevato rischio di ulteriore riduzione dell’attività donativa e trapiantologica. Vi è più che mai l’esigenza di garantire una continuità assistenziale per i pazienti in attesa di un organo, adottando misure organizzative atte ad assicurare il percorso di “procurement”, donazione e trapianto.

La nostra Azienda – sottolinea Bortolazzi – ha precocemente intrapreso percorsi Covid-free al fine di preservare tale attività. Pur con grande difficoltà gli operatori sanitari sono riusciti a garantire il mantenimento di un’attività donativa di cornee, tessuti e organi, grazie anche alla sensibilità e generosità della cittadinanza che ha espresso un elevato tasso di consenso alla donazione, senza flessioni legate alla pandemia”.

Ad oggi al S. Anna la donazione di organi e tessuti è comunque preservata, a tutela del principio di autodeterminazione del donatore e a garanzia della tutela della salute del ricevente. Pur registrando una deflessione rispetto agli anni precedenti, sono stati effettuati, al 31 ottobre, 9 accertamenti di morte encefalica che hanno generato 8 donazioni multiorgano e tessuti. I percorsi maggiormente preservati, in quanto esterni alle terapie intensive, sono inerenti alla donazione di tessuti e cornee, grazie alla collaborazione tra Ufficio di Coordinamento Aziendale Procurement (Ucap), le Direzioni e i professionisti sanitari. I dati al 31 ottobre, sono: 90 cornee donate e 3 le donazioni multitessuto.

“La sensibilizzazione dei cittadini sulla donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule – conclude la dott.ssa Bortolazzi – è un impegno costante che non va dimenticato neanche in questo momento particolarmente difficile per tutti”.

Ricordiamo che dal 9 novembre si è aperta la nuova campagna informativa regionale “Una Scelta consapevole” per promuovere la donazione di organi, tessuti e cellule, realizzata dal Centro Riferimento Trapianti Emilia-Romagna. Per ulteriori informazioni sulla campagna: https://salute.regione.emilia-romagna.it/campagne/una-scelta-consapevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *