Donne Protagoniste in Sanità: chi sono?

Si è conclusa oggi a Bologna con il PREMIO DONNE PROTAGONISTE 2022, la 2a convention nazionale di Donne protagoniste in sanità. A presentare i progetti finalisti e a proclamare i vincitori, la coordinatrice e fondatrice della Community , dottoressa Monica Calamai, direttrice generale dell’Azienda sanitaria locale di Ferrara.

Un Community tutta al femminile, in cui da un anno oltre 1100 donne stanno esaminando lo stato della Sanità italiana, per coglierne i punti critici e lanciare un modello di sviluppo per il futuro che veda in primo piano le donne, soprattutto tenendo presente che oggi la Sanità italiana, sebbene veda una prevalenza di operatrici , in realtà lascia ancora le donne fuori dalle decisioni di indirizzo.

Sentiamo allora come Monica Calamai, dialogando con l’imprenditrice Marcella Cannariato, consulente della Ministra per le Pari Opportunità, Elena Bonetti, ha presentato ieri,  all’apertura della Convention,   la Community da lei coordinata.

Dal sito Donne protagoniste in Sanità: il progetto

Molte donne hanno ruoli preminenti nel mondo della sanità e nel ancor più ampio orizzonte del sistema salute, ma molte altre che, presenti da tempo o che solo adesso si affacciano, percepiscono come ancora permangono diffusi elementi di una cultura di stampo patriarcale e soggetta a dominio maschile.

Noi pensiamo che il sistema trarrà grandi vantaggi dallo sguardo differente delle donne, dal loro pensiero che, molto più di quello maschile tradizionale, parte dalla ricerca del senso della realtà.

Un pensiero forte, spesso in controtendenza con il pensiero contemporaneo dominante.

Quello che vogliamo mettere a punto e rappresentare è il pensiero femminile in senso lato, le opinioni delle donne che si occupano di scienza, economia e politica. La leggerezza di questo pensiero dove c’è sempre un richiamo alla vita e da qui Il suo prezioso pragmatismo e il rigore. Perché è la vicinanza alla vita che rafforza il senso della realtà, e individua i valori che contano, anche nell’attività scientifica e clinica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.