Droga, ovuli e contanti nell’armadio: arrestato spacciatore. Era un richiedente asilo – VIDEO

arresto drogaRisultava essere un richiedente asilo ma gli uomini dell’antidroga della polizia di stato, guidati dal commissario Andrea Crucianelli, ieri mattina, quando sono entrati nella sua stanza di un appartamento di via Galvani gli hanno trovato diversi ovuli di cocaina, da oltre dieci grammi l’uno, oltre a 7mila euro di soldi in contanti.

Così un 34enne nigeriano è finito in carcere per detenzione e spaccio di stupefacenti.

L’arresto è scattato nelle ultime 24 ore, dopo che gli uomini della squadra mobile con l’ausilio delle forze del reparto di prevenzione e crimine di Bologna, hanno effettuato diversi controlli nella zona Gad.

Controlli scattati dopo che diversi residenti hanno segnalato nelle settimane scorse lo spaccio di stupefacenti lungo il tratto delle Mura di via Ticchioni, e in quello di viale Belvedere.

Segnalazioni giunte in questura che riferivano di diversi spacciatori avvistati mentre nascondono le dosi dietro a cespugli o a siepi delle stesse Mura in attesa di vendere le dosi agli acquirenti.

Così ieri sono scattati i controlli per contrastare lo spaccio e il crimine in generale nella zona Gad e grazie anche a precedenti investigazioni degli uomini dell’antidroga, le perquisizioni sono arrivate anche nella stanza del nigeriano.

Gli agenti hanno trovato gli ovuli all’interno di uno zaino che lo spacciatore custodiva nell’armadio della sua stanza, ubicata in un appartamento dove vivono una coppia di connazionali, poi risultati estranei all’attività illecita.

I soldi invece erano nascosti in un giubbino e per la polizia sono quasi sicuramente il provento della vendita della droga. L’arrestato è stato processato per direttissima questa mattina ma per gli inquirenti si tratta di uno spacciatore che in città gestiva un giro importante della droga.

 


 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *