Due nuove opere alla mostra “Giovanni Battista Crema. Oltre il Divisionismo” al Castello Estense di Ferrara

Dal 25 giugno i visitatori della mostra ‘Giovanni Battista Crema. Oltre il divisionismo’ in corso al Castello Estense incontreranno due nuove opere dell’artista ferrarese che permettono di approfondire altrettanti aspetti – peculiari e agli antipodi – della sua produzione.

Il primo “ospite”, ‘Camminamento sulla Vertoiba’, è stato realizzato nel 1918, quando Crema si trovava al fronte nei pressi di Gorizia in qualità di tenente nel II reggimento di Fanteria Savoia, e costituisce senz’altro uno dei capolavori del suo primo periodo. Crema raffigura la trincea di Villa Boos-Waldeck al tramonto, con un drammatico gioco di luci e ombre ottenuto attraverso il tocco diviso, offrendo un’inedita prospettiva dall’interno. Dopo l’esperienza bellica, il pittore smette di documentare scene drammatiche e comincia a prediligere interni domestici, ritratti, paesaggi, visioni simboliche e persino animali.

A quest’ultima categoria appartiene il secondo “ospite”: ‘il Polipo’, databile al 1930 circa, anno in cui partecipa alla Prima Mostra Nazionale dell’Animale nell’Arte presso il Giardino Zoologico di Roma, dove espone gli Scimpanzé (Ferrara, Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea) anch’essi presenti nell’odierna retrospettiva. L’opera appartiene ad una serie di olii e pastelli, realizzati tra gli anni Trenta e Quaranta, in cui Crema rappresenta gli abitanti del mondo acquatico mettendo in evidenza la sorprendente varietà di forme e colori dei loro corpi, con uno sguardo quasi fanciullesco pieno di meraviglia.

Giovanni Battista Crema. Oltre il divisionismo Ferrara, Castello Estense Aperta fino al 29 agosto 2021
Informazioni e biglietteria tel. 0532 419180 [email protected] | www.castelloestense.it
Prenotazioni prenotazionemusei.comune.fe.it | 0532 244949

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *