Earth Day, s.o.s pianeta terra. Perchè si celebra la Giornata della Terra

Ogni anno il 22 aprile le Nazioni Unite celebrano l’Earth Day, la giornata della terra. Una iniziativa che trova radici negli anni ’60 e che oggi accomuna milioni e milioni di persone in tutto il mondo. Ma perché è nata questa giornata e qual è l’obbiettivo per cui viene celebrata?

E’ la più grande manifestazione ambientale del pianeta, l’unico momento in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia. E’ l’Earth Day, la Giornata della Terra, che le Nazioni Unite celebrano il 22 aprile di ogni anno

Un momento fortemente voluto dal senatore statunitense Nelson, promosso ancor prima dal presidente John Fitzgerald Kennedy che coinvolge ogni anno fino a un miliardo di persone, in 192 paesi del mondo. L’idea della creazione di una “Giornata per la Terra” fu discussa per la prima volta nel 1962. Era l’anno della protesta contro la guerra del Vietnam e al senatore Nelson venne l’idea di organizzare un “teach-in” sulle questioni ambientali. L’Earth Day prese definitivamente forma nel 1969, dopo il disastro ambientale causato dalla fuoriuscita di petrolio da un pozzo al largo di Santa Barbara, in California, a seguito del quale sempre Nelson pensò fosse giunto il momento di portare le questioni ambientali all’attenzione dell’opinione pubblica e del mondo politico.

Il 22 aprile 1970, ispirandosi a questo principio, 20 milioni di cittadini americani si mobilitarono per una manifestazione a difesa della Terra. A partecipare ci furono i gruppi che avevano combattuto contro l’inquinamento da combustibili fossili, delle fabbriche e delle centrali elettriche, contro i rifiuti tossici, i pesticidi, la progressiva desertificazione e l’estinzione della fauna selvatica. Migliaia di college e università organizzarono proteste contro il degrado ambientale. La Giornata della Terra diede una spinta determinante alle iniziative ambientali in tutto il mondo e contribuì a spianare la strada al Vertice delle Nazioni Unite del 1992 a Rio de Janeiro

Nel 2000, grazie alla diffusione di internet, lo spirito fondante dell’Earth Day fu promosso a livello globale, coinvolgendo oltre 5.000 gruppi ambientalisti al di fuori degli Stati Uniti, raggiungendo centinaia di milioni di persone, compresi noti personaggi dello spettacolo, come l’attore Leonardo di Caprio.

Nel corso degli anni la partecipazione internazionale all’Earth Day è cresciuta superando oltre il miliardo di persone in tutto il mondo: è l’affermazione della “Green Generation”, che guarda ad un futuro libero dall’energia da combustibili fossili, in favore di fonti rinnovabili, alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali.

(fonte: http://www.earthdayitalia.org)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *