Ebola: come arriva il contagio? Quali paesi a rischio? Quali misure in Italia? – INTERVISTA microbiologa Unibo, prof. Landini

ebolaMentre arriva dagli Stati Uniti la notizia del secondo infermiere contagiato dal virus Ebola – si tratta di uno degli operatori sanitari che si erano presi cura del ‘paziente zero’ – anche l’Europa si sta attrezzando per affrontare possibili casi di contagio.

La professoressa Maria Paola Landini, ordinario di microbiologia del Sant’Orsola Malpighi di Bologna, raggiunta al telefono, spiega le ragioni del contagio fuori dai Paesi del Centro Africa e dice: “ Nel nord del mondo il contagio è legato al contatto con i pazienti portati negli ospedali americani per essere meglio curati”, ma il virus è ancora  nei Paesi del Centro Africa: Sierra Leone, Guinea, Liberia, dove si è spostato dai piccoli villaggi alle grandi città, le capitali”.

“L’Italia, aggiunge, si sta attrezzando per far fronte a possibili casi di contagio, ma non è fra i Paesi europei valutati come più esposti al rischio contagio”. ” Fino ad ora sono rientrati tutti gli allarmi relativi a stranieri provenienti dall’Africa con la febbre. Si trattava, aggiunge, di casi di malaria”. Quanto agli immigrati dei barconi, non è da lì, che crediamo possa arrivare il contagio, ma dagli aeroporti, perché il periodo di incubazione del virus è breve rispetto ai tempi impiegati per arrivare nei porti del dagli immigrati dei barconi per arrivare nei porti del Mediterraneo. 

L’intervista integrale alla prof.ssa Landini sarà da domani sul sito di Telestense e domani sera andrà in onda dopo il tv giornale.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/ebola.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/03-ebola-tg_20141015183039.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *