Eclissi, tanti ferraresi con il naso all’insù per assistere al fenomeno

L’eclissi solare di questa mattina era visibile anche da e negli scenari ferraresi. Il Comune ha messo a disposizione speciali dotazioni con cui gli studenti hanno potuto ammirare il cielo in sicurezza durante le due ore circa del fenomeno.
Stamattina alle scuole Bonati (2)
Stamattina alle scuole Bonati

Alle ‘Teodoro Bonati’ dell’istituto Giorgio Perlasca, in particolare, i giovani allievi – nel contesto di un progetto sull’esplorazione dell’universo – hanno ammirato il sole ‘sagomato’ dalla luna tramite appositi occhialini e uno speciale telescopio forniti dal Comune, con la collaborazione di Esploriamo l’universo (in campo anche con i propri esperti).

Nel cortile della scuola da ieri è inoltre presente (fino al 27 ottobre), e a disposizione dei ragazzi, il planetario gonfiabile, per un viaggio nello spazio alla scoperta di pianeti, nebulose e galassie. Questa mattina l’assessore Dorota Kusiak ha fatto visita alle decine di ragazze e ragazzi coinvolti nel progetto, osservando con loro lo spettacolo astronomico dell’anno.

Il sindaco Alan Fabbri sulla propria pagina Facebook ha pubblicato alcuni scatti realizzati con speciali filtri, da cui si può ammirare l’affascinante profilo del sole parzialmente nascosto dalla luna e altre immagini in cui il sole, sempre protagonista, si staglia sullo sfondo di ambientazioni ferraresi, come la sommità della colonna di Borso d’Este o la statua di Niccolò III a cavallo poste ai lati del cosiddetto “Volto del cavallo”.

“Abbiamo voluto coinvolgere gli studenti – ha detto l’assessore Kusiak – per renderli testimoni e partecipi di un fenomeno raro e affascinante. Le Giornate di esplorazione dell’universo sono un’occasione di conoscenza ‘sul campo’ e di formazione, realizzata – d’intesa con l’istituto Giorgio Perlasca – fornendo adeguate dotazioni e strumentazioni (il telescopio, gli occhialini, lo stesso planetario gonfiabile) e portando le aule ‘fuori dalla scuola’: un progetto che portiamo avanti anche con investimenti infrastrutturali, si pensi ad esempio alle 13 nuove aule didattiche in legno che possono ospitare gli studenti per incontri e lezioni all’aperto, realizzate nel complesso di un investimento fatto dal Comune di Ferrara per i lavori di giardini e cortili scolastici, con un valore complessivo di 356mila euro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *