Edi Zanasi: gip chiede nuove indagini

Altri 6 mesi di indagini per chiarire eventuali responsabilità dei 6 indagati per la morte di Edi Zanasi e del piccolo Luca che stava per dare alla luce al Ss. Ma Annunziata di Cento. È quanto ha chiesto il Gip Piera Tassoni, del tribunale di Ferrara, che oggi ha sciolto la riserva e ha rigettato la richiesta di archiviazione avanzata a novembre dal Pm Filippo di Benedetto per i 2 medici, 2 ostetriche e due anestesisti, che avevano assistito la donna la notte della tragedia e che erano stati indagati per omicidio colposo.

La richiesta di archiviazione del Pm era basata sulla consulenza di Lorenzo Marinelli, medico legale, e di Fortunato Vesce, ginecologo secondo cui “non si ravvisano profili di erronea condotta tecnica da parte dei medici specialisti in Ginecologia ed Ostetricia, Anestesia e Rianimazione e delle ostetriche professionali che ebbero a prestare la loro opera ed assistenza nel corso del travaglio di parto e nel periodo immediatamente seguente all’estrazione del feto”. Diversa la conclusione della consulenza di parte che invece evidenziava, spiega il legale del marito della donna, l’avvocato Linguerri, gravi responsabilità da parte dei sanitari intervenuti soprattutto nelle scelte ginecologiche. Nella notte tra il 24 e il 25 maggio del 2011, Edi Zanasi, 39 anni, e il suo bambino, Luca, morirono al SS. Ma Annunziata di Cento.

La donna ebbe delle complicazioni durante il travaglio, e partorì poco dopo il bimbo privo di vita. La situazione precipitò poi anche per la donna, morta qualche ora più tardi. Ora dunque tutto torna in mano al Pm per nuove indagini. “Sono molto contento e ribadisco la mia fiducia nell’operato del Giudice, commenta Alberto Tiramani, marito di Edi e papà del piccolo Luca, ora mi aspetto, aggiunge, che il Gip chieda una perizia superpartes per fare chiarezza sull’accaduto”. Lui quella notte era accanto alla moglie, come aveva fatto per la nascita della prima figlia e, confessa, proprio facendo un confronto con la prima esperienza aveva avuto da subito la sensazione che le cose non stessero andando come dovevano.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120308_01.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *