Elezioni, le richieste di Unindustria

unindustria-impr

Una tabella di marcia precisa fino al 2018. Una proposta che tiene insieme la terapia d’urto necessaria a rimettere in moto l’economia italiana con l’avvio di riforme indispensabili a rendere strutturale l’ammodernamento del sistema Italia.

E’ il “Progetto Confindustria per l’Italia: crescere si può e si deve”, lanciato dalla principale organizzazione industriale italiana in vista delle prossime elezioni politiche.

Per quanto riguarda i temi evidenziati dal documento di Confindustria, che interessano direttamente il territorio ferrarese – ha sottolineato Fava – sono, in particolare, gli investimenti in infrastrutture e gli interventi per il sostegno all’occupazione e al lavoro, misure che possono ridurre il divario che ancora esiste con il resto dell’economia regionale

“Un altro tema che su Ferrara e provincia avrebbe una ricaduta significativa – ha poi affermato il presidente di Unindustria Ferrara – è il rilancio di un federalismo fiscale responsabile, iniziando dall’allentamento del patto di stabilità imposto ai Comuni, consentendo la possibilità di un nuovo indebitamento solo a condizione che vi sia un investimento produttivo e ad alto impatto, sul settore del manifatturiero locale, l’unico in grado di fare da volano economico e impedendo ulteriori tagli lineari ai trasferimenti alle amministrazioni locali”.

“Mi rendo conto – ha sottolineato Riccardo Fava – che il nostro è un progetto complesso, ambizioso, ma non c’è altra strada se non vogliamo finire come la Grecia. Per noi che non andiamo in cerca di consensi può anche essere di facile applicabilità – è la conclusione – ma per i candidati ci vuole coraggio a condividerlo.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xcontents/resources/delivery/getPlayListDescriptor?clientId=telestense&xpublisherId=3c9396db-5509-4720-a00d-6cd4c7593e7d&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *