Immigrazione: mozione di sfiducia contro ass. Sapigni

Paolo Spath, portavoce FdI
Paolo Spath, portavoce FdI

Si prevedono scintille, lunedì pomeriggio, nel consiglio comunale di Ferrara: è prevista infatti la discussione della mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore ai servizi sociali Chiara Sapigni presentata dal consigliere comunale di Fratelli d’Italia Paolo Spath.

Tutto ruota intorno alla gestione dell’emergenza immigrati: la mozione di sfiducia infatti era stata presentata dopo le polemiche nate dalla decisione – successivamente rientrata – di ospitare in una villa di Gaibanella una trentina di profughi richiedenti asilo. Firmata da Paolo Spath, è sostenuta da tutta l’opposizione di centrodestra, che ha chiamato a raccolta via Facebook il proprio elettorato, invitandolo ad assistere alla discussione Consigliare di lunedì.

Le prime polemiche tuttavia sono già in corso: l’opposizione infatti avrebbe voluto discutere la mozione di sfiducia all’assessore Sapigni in apertura di seduta consigliare, cioè alle 15 30. Obiettivo, come ha spiegato lo stesso Paolo Spath via Facebook “agevolare i cittadini che verranno ad assistere alla discussione in Comune”. Normalmente, secondo il regolamento in vigore da un anno, le sedute di consiglio comunale si aprono con la discussione delle delibere dei vari assessori, e solo dopo si discutono ordini del giorno e mozioni: il centrosinistra non si è reso disponibile a modificare questo ordine e quindi la mozione di sfiducia sarà discussa, presumibilmente , dopo le 17.00. “Una decisione gravissima” secondo il centrodestra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.