Emilia-Romagna: titolo di studio superiore alla media europea

scuola giovani studentiCala in Emilia-Romagna la percentuale di giovani con un titolo di studio uguale o inferiore al diploma di licenza media.

Sono circa 26.000 i giovani maggiorenni emiliano-romagnoli, di età compresa tra i 18 ed i 24 anni, il cui titolo di studio è al massimo quello del diploma di licenza media.

Un dato forse ancora alto, ma con un trend positivo in quanto la percentuale di ragazzi poco formati è scesa dall’11,3% del 2016 al 9,9% del 2017. Il risultato permette così alla Regione Emilia-Romagna di superare l’obiettivo europeo fissato al 10% dalla Strategia 2020. A livello nazionale la dispersione scolastica è decisamente più alta (16%), mentre nell’Unione Europea la media si assesta al 10,7%.

Un dato che conforta l’assessore regionale alla scuola e all’università Patrizio Bianchi che vede così confermare la qualità del sisteva educativo e formativo in Emilia-Romagna, con investimenti annuali fino a 50 milioni di euro per permettere a circa quattromila ragazzi di conseguire una qualifica professionale in uno dei 188 percorsi realizzati da enti accreditati. A questi corsi, se ne affiancano altri 400 avviati ogni anno dagli Istituti professionali, con un contributo regionale di 4 milioni di euro.

A proposito di percorsi che permettono di conseguire una qualifica professionale anche ai giovani che hanno assolto il diritto/dovere dell’istruzione obbligatoria con il compimento dei 18 anni, senza essere riusciti a completare il proprio percorso formativo, anche in provincia di Ferrara ne sono stati attivati alcuni tra cui quello di Operatore di cura e pulizia di spazi e ambienti e di Operatore meccanico. I fabbisogni formativi e professionali dei giovani e gli impegni delle imprese sono stati formalizzati in un Accordo di partenariato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *