Emporio “Il Mantello”: protocollo d’intesa con Comune e ASP

Sono attualmente 67 i nuclei famigliari inseriti nel progetto Il Mantello, l’emporio solidale di via Mura di Porta Po pensato per dare un sostegno al reddito di famiglie che si trovano in temporanea difficoltà, per un periodo che può andare da sei a diciotto mesi.

67 nuclei famigliari per complessive 260 persone, che grazie al Mantello possono ottenere generi di prima necessità e servizi acquisendoli direttamente nell’emporio. Di questi, 32 sono italiani, 35 di provenienza straniera, in prevalenza dal Marocco e dalla Nigeria. L’età media del capofamiglia si colloca sui 43 anni. Circa metà dei membri adulti di questi nuclei famigliari sono in difficoltà per quanto riguarda il lavoro: sono disoccupati o in cerca di occupazione, in alcuni casi da più di uhn anno e mezzo. Tra i capofamiglia ve ne sono 26 che hanno lam licenza di scuola media, ma ve ne sono anche 14 che hanno la luarea.

 

 

A maggio, il numero di coloro che possono servirsi dell’emporio solidale è destinato a crescere, perché a metà del mese scadrà un nuovo bando di accesso al programma di aiuto. L’emporio è promosso dal comune di Ferrara, dall’agenzia servizi alla persona, e da Agire Sociale, il centro servizi al volontariato, con il sostegno di diversi partner privati tra i quali figura anche Telestense.

Agire sociale si occupa del coordinamento operativo dell’emporio solidale, Asp si occupa in prevalenza dell’individuazione dei soggetti che possono beneficiare dell’emporio solidale, il Comune sostiene economicamente l’uso degli spazi in cui il mantello è collocato e si occupa dei rapporti tra il Mantello e le istituzioni pubbliche e private profit e non profit che possano sostenere l’attività dell’emporio solidale, anche attraverso bandi o finanziamenti di natura pubblica. Questi, in estrema sin tesi, i contenuti del protocollo firmato oggi, dalla Presidente di Agire sociale Laura Roncagli, dall’assessore servizi alla persona Chiara Sapigni e da Angela Alvisi, presidente dell’Asp Servizi alla Persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *