ENTELLA – SPAL 0-1 (14’s.t. Di Francesco)

Una rete di Di Francesco al 14′ della ripresa ha regalato alla Spal la quinta vittoria consecutiva e il secondo posto in classifica, a quota 18, in compagnia di Empoli e Lecce, a due punti dalla capolista Salernitana. Difesa, magistralmente diretta da Salamon, ancora una volta sugli scudi, nonostante le assenze di Berisha, Vicari, Ranieri e Okoli. Quarta gara senza subire gol. Porta inviolata da 399′. Per la squadra di Marino qualche difficoltà nel primo tempo in cui i liguri hanno puntato sul dinamismo e la velocità degli attaccanti, agevolati dalla scorrevolezza del pallone sul sintetico del Comunale di Chiavari. Nella ripresa, dopo la rete del vantaggio, Demba non ha corso pericoli e nel recupero Floccari e Brignola sono andati vicinissimi al gol del raddoppio

ENTELLA: Borra; Coppolaro, Poli, Pellizzer; Toscano (44′ s.t. Cardoselli) Mazzocco (1′ s.t. Settembrini), Paolucci, Crimi; Schenetti (18′ s.t. Petrovic), Morosini (18′ s.t. Mancosu), De Luca. A disp. Albertazzi, Paroni, Brunori, Cleur, Currarino, De Santis, Koutsoupsias. All. Vivarini

SPAL: Thiam; Tomovic, Salamon, Sernicola; Dickmann (8’s.t. Sala), Missiroli, Esposito Sal., D’Alessandro (24′ Strefezza); Valoti (24′ s.t. Murgia), Di Francesco (37’s.t. Brignola), Paloschi (37’s.t. Floccari). A disp. Galeotti, Gomis, Esposito Seb., Jankovic, Moro, Spaltro, Tunjov. All. Vivarini

1′ p.t. Immediata occasione nitida da rete per l’Entella con un palo colpito da De Luca.

15′ p.t. Thiam impegnato severamente da Morosini.

27′ p.t. Missiroli libera Dickmann che da buona posizione si fa rimpallare la conclusione.

30’p.t.  Entella vicinissima al vantaggio con un tiro cross di Morosini su cui De Luca manca la deviazione vincente da distanza ravvicinata.

1’s.t. Toscano impegna di testa Thiam.

14’s.t. GOL Spal in vantaggio con una decviazione di Di Francesco direttamente da corner battuto da Esposito.

85’s.t,Deviazione aerea di Murgia di poco alta sopra la traversa.

93′ s.t.prodigiosa deviazione di Borra sul tentativo di autogol di Pellizzer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *