Enzo Cartapati presenta il suo libro sul gerarca aviatore Aristide Sarti, il 10 gennaio alle 17 all’Ariostea e online

Racconta ‘Entusiasmi e delusioni di un giovane fascista’ il libro di Enzo Cartapati dal titolo ‘Il gerarca aviatore. Aristide Sarti 1917-1945’ che lunedì 10 gennaio alle 17 sarà presentato nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) e in diretta video sul canale YouTube Archibiblio web.

Nel corso dell’incontro, a cura dell’associazione culturale Olimpia Morata di Ferrara, dialogheranno con l’autore Eleonora Ippolita Belletti (socia dell’Associazione Olimpia Morata ed editrice) e Mauro Bergamini. Letture a cura di Roberto Gamberoni.

Nelle profondità del vecchio laghetto di Corte Baronina, nei pressi di Goito, giacciono ancora i resti di Aristide Sarti e del suo Messerschmitt, abbattuto il 2 aprile 1945 dall’aviazione alleata. Un monumento ricorda ancora quella presenza, nascosta tra i canneti e il traffico di una strada provinciale. Ma chi era Aristide Sarti? Enzo Cartapati ricostruisce con cura la biografia del gerarca aviatore: la carriera scolastica, l’educazione fascista, i primi voli; e poi la guerra, fatale spartiacque per lui e prima ancora per il fratello Luigi, abbattuto nel 1943 sui cieli di Tunisi. Proprio il dramma familiare segnò gli ultimi anni di Sarti, un fascista poco ortodosso, un idealista deluso che leggeva Marx e che si adoperò per salvare dalla cattura un gruppo di partigiani bolognesi. Tuttavia scelse di non mutare il corso degli eventi restando nella Repubblica Sociale, affrontando i propri fantasmi in un destino già segnato e votato alla sconfitta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *