Ermitage lascia Ferrara e trova casa a Venezia

03 ermitage trasferimentoLa Fondazione Ermitage Italia trova casa a Venezia, alle Procuratie, dopo 5 anni di attività a Ferrara. Così ad ottobre la ‘filiale’ italiana del Museo Ermitage – intesa come centro di studi e ricerche sul patrimonio storicoartistico italiano all’Ermitage e in Russia e sui rapporti culturali tra i due Paesi – farà base a Venezia che storicamente ha avuto i più intensi rapporti con la Russia, con S.Pietroburgo e il Museo fondato da Caterina la Grande e che tra le innumerovoli opere raggruppa anche le collezioni dei veneziani Farsetti e Barbarigo.

Il passaggio di testimone a Venezia – è stato spiegato in conferenza stampa – deriva dalla difficoltà di Ferrara di sostenere ancora la Fondazione, anche in ragione della grave contingenza economica e delle priorità imposte dal terremoto del 2012. L’intesa è stata sancita oggi, presenti il sottosegretario all’Economia e Finanze, Paolo Baretta, il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani e il prof. Michail Piotrovsky.

La Fondazione, istituita nell’accordo bilaterale Italia-Russia sottoscritto nel 2007, proseguirà nella ricerca storico-scientifica e nella collaborazione internazionale: avamposto nel sostegno agli studi e soprattutto ai giovani ricercatori per ampliare le conoscenze, promuovere la salvaguardia, valorizzare l’immenso patrimonio d’arte italiana conservato in Russia e intensificare i contatti e i confronti tra storici, restauratori, conservatori museali. Baretta, che fa parte della Fondazione assieme al ministro per i Rapporti con il Parlamento, Dario Franceschini, ha assicurato “l’impegno del Governo italiano a sostegno di questa iniziativa, particolarmente rilevante per l’alto valore culturale e di relazioni che comporta, ma anche per la natura stessa della sua nascita”.

Baretta ha infatti ricordato che il progetto è frutto di un protocollo tra Italia e Russia e “ne consegue, quindi, anche un obbligo istituzionale a rendere più stringente questo impegno”. Baretta ha annunciato che “il Governo sta lavorando a un Fondo, da realizzare insieme al ministro della Cultura, a sostegno di iniziative culturali particolarmente rilevanti indicate dal Parlamento, tra cui sicuramente rientra anche Ermitage Italia. Se riusciamo a farlo in tempi brevi – ha detto – potremo dare certamente un contributo a questa iniziativa.

 

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *