Donna uccisa in albergo, s’indaga per altra donna trovata morta nel Po di Volano

01 foto omicidioC’è una altra donna morta, e archiviata come suicida, nel recente passato di Claudio Villani, ferrarese di 56 anni, in carcere per l’omicidio di una escort nel bolognese tra giovedì e venerdì. L’uomo, tra le altre cose quando era minorenne, nel 1976, uccise con una coltellata una donna di 28 anni.

Ora gli investigatori puntano a capire se la morte di Anna Visentini, 72enne trovata morta nel Po di Volano (Ferrara), completamente nuda, il 5 luglio di quattro anni fa, a tre giorni dalla scomparsa, non sia stato invece un omicidio. Visentini e Villani si conoscevano da sempre, era vicini di casa. La donna e il marito si erano prodigati per il giovane Villani quando era uscito dal minorile. E di sicuro Villani fu l’ultimo a vedere viva la donna. Il cui decesso fu archiviato come suicidio anche perché l’autopsia decretò l’annegamento e non rivelò violenze. Ma la presenza di una chiusa a monte del ritrovamento del corpo aveva, già al tempo, fatto sorgere dubbi. Ora il caso potrebbe essere riaperto.

Tra le altre cose che suscitarono perplessità negli investigatori nel 2012 il fatto che Anna Visentini fosse completamente nuda al momento del ritrovamento del corpo. Inoltre, il giorno della scomparsa, aveva spiegato il marito, la donna aveva appuntamento proprio con Villani, che però avrebbe negato l’incontro. Alla fine il fatto che Visentini avesse anche qualche problema di salute, una forma di osteoporosi, fece prendere corpo all’ipotesi del suicidio.

Ora tra gli inquirenti, i carabinieri del nucleo investigativo del Reparto operativo di Bologna, e i colleghi di Comacchio ci sono già stati dei contatti per quanto informali. Intanto il sostituto procuratore di Bologna Antonello Gustapane, titolare dell’inchiesta sull’omicidio della escort, ha affidato ad un consulente tecnico, il prof. Ivan Galliani, l’incarico di valutare la tendenza a delinquere e la capacità di intendere e di volere di Villani. L’arrestato infine potrebbe a breve essere portato a Bologna, entro la fine della settimana o al massimo all’inizio della prossima.

(Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *