Essere sindaco in Calabria

La politica in primo piano, si discute soprattutto di quella che delude ma c’è anche chi, alla politica non appartiene e rischiando la propria vita si mette al servizio dello stato. Come il sindaco di Monasterace, Maria Carmela Lanzetta, farmacista, che dopo aver rassegnato le dimissioni per le pesantissime minacce della ‘ndrangheta, ieri ha deciso di ritirarle ed è ritornata al lavoro nel suo comune. Ma lei non vuole che si parli di un caso personale perché la sua storia è la storia di tanti altri sindaci minacciati, è la storia della Calabria e dell’Italia, e per andare avanti, ci ha detto, ha bisogno che i riflettori rimangano sempre puntati su questi temi.

Portare la legalità nel suo territorio, spiega ancora il sindaco che di mestiere fa la farmacista e che non ha alcun trascorso nella politica, significa ad esempio riuscire a raccogliere la spazzatura, riscuotere i tributi, gestire le concessioni e tutelare l’ambiente e il territorio.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/04/02sindacomonasterace-300×119.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120413_02.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *