Estate in crisi, calano le presenze in spiaggia in Emilia-Romagna

spiaggia-riminiLe avverse condizioni meteo e la congiuntura economica del Paese stanno avendo effetti negativi sulle presenze nelle spiagge dell’Emilia-Romagna per la stagione estiva 2019. A sostenerlo è il SIB, Sindacato Italiano Balneari FIPE/Confcommercio.

Dopo un maggio disastroso, dichiara il presidente del sindacato Antonio Capacchione, nei mesi di giugno e luglio le presenze in spiaggia hanno fatto registrare pesanti flessioni rispetto allo scorso anno a livello nazionale. I dati della nostra regione parlano chiaro: 10% in meno in giugno, 15% in meno in luglio, ma c’è chi ha fatto peggio.

L’Abruzzo per esempio ha perso rispettivamente il 20% ed il 25%, ma ci sono anche regioni in crescita. In giugno, il Veneto ed il Friuli Venezia Giulia hanno registrato un +20%, mentre in luglio la Campania è salita del 15%. Buona anche la stagione della Sicilia con un +10% e +5%. Soltanto Liguria, Toscana, Sardegna e Basilicata, infine, hanno chiuso il mese di luglio con un dato sostanzialmente invariato rispetto al 2018.

Inevitabile, ora, che si riponga il massimo della speranza su agosto e su un settembre che si spera possa reggere il più a lungo possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *