Evade il fisco per tre milioni di euro, manette per manager della lap-dance – VIDEO

frode fiscaleE’ un’operazione che ha interessato tutto il Nord Est ed è arrivata anche in provincia di Ferrara. Le fiamme gialle di Pordenone infatti nella notte hanno eseguito il sequestro di un appartamento a Copparo.

Uno dei tanti beni di un bolognese d’origine, ma da anni residente in provincia di Udine, Stefano Caserta di 50 anni, finito nella notte in carcere per una mega evasione al fisco: tre milioni di reddito mai dichiarato, secondo la guardia di finanza friuliana, il cui comando è nelle mani di Fulvio Bernabei che diresse qualche anno fa anche il comando di Ferrara.

frode fiscalePer Caserta è scattato il carcere preventivo perché per il gip, che ha emesso l’ordinanza, esiste un reale pericolo di fuga. Un pericolo – secondo gli inquirenti -proprio vero l’Est Europeo. Da questi paesi infatti arrivavano le numerose entreneuse che l’uomo gestiva con contratti di lavoro irregolari. Circa 400 persone, compresi barman e disk-jokey gestite con contratti di lavoro irregolari.

L’arrestato dunque per gli inquirenti era a capo di un giro di locali notturni e di intrattenimento nel Friuli che in pratica non era conosciuto al fisco.

Le fiamme gialle infatti gli contestano anche un’evasione dell’Iva per 850mila euro e per imposte su intrattenimenti dal vivo per altri 750mila euro.

La guardia di finanza è arrivata all’arresto del Caserta partendo da alcuni accertamenti su diverse fatture poi risultate false. Fatture che dovevano documentare costi in realtà mai sostenuti.

Il locali del Caserta erano molto conosciuti, sopratutto nel Nord Est. Luoghi per lo più molto esclusivi e non aperti al pubblico. Locali notturni di difficile accesso anche per gli investigatori perché spesso dotati di porte blindate, buttafuori e sistemi di video-sorveglianza molto sofisticati.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/frode-fiscale-finanza.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/01-frode-fiscale_20150219180433.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *