ExPO 2015, valorizzare turismo enogastronomico

expo_mi

Valorizzare il turismo enogastronomico in vista dell’Expo 2015. Questo l’obiettivo del progetto che il 10 giugno verrà presentato in camera di commercio.

24,7 miliardi di produzione aggiuntiva con un incremento di valore aggiunto stimato in 10,5 miliardi di euro e 199 mila persone occupate. È questo l’indotto economico che Expo 2015 produrrà a Milano e in Italia, tra il 2012 e il 2020, tra investimenti della società di gestione e dei Paesi partecipanti (non considerando i progetti infrastrutturali), aumento dei consumi, incoming turistico ed eredità economica che l’evento lascerà in termini di nuove imprese create, valorizzazione del patrimonio immobiliare e accresciuta attrattività turistica del territorio. Un’opportunità assolutamente da cogliere anche per le imprese del nostro territorio, alle quali martedì 10 giugno in Camera di Commercio, verrà presentato il progetto “Turismo enogastronomico di qualità dell’Emilia-Romagna”.

Fra gli obiettivi del progetto la valorizzazione dell’enorme patrimonio agroalimentare regionale emiliano romagnolo, rendendolo “esportabile” e accessibile per i mercati esteri; la promozione in sette mercati esteri : Germania, Regno Unito, Russia, Brasile, Canada, Stati Uniti, per finire con un progetto pilota per Israele, oltre ovviamente all’Italia. il coinvolgimento delle eccellenze, non solo agroalimentari, presenti sull’intero territorio della regione con la creazione di un nuovo brand turistico attrattivo sui mercati internazionali; la costituzione, nell’arco di sei mesi, di un data-base esaustivo di quanto il territorio nel suo insieme è in grado di offrire in tema di aziende ricettive, produttive e della ristorazione.

Dopo l’apertura affidata al presidente della Camera di commercio, Paolo Govoni, Paola Frabetti, responsabile internazionalizzazione e agroalimentare Unioncamere Emilia Romagna, Giuliano Zuppiroli, responsabile promozione e Produzioni agroalimentari Assessorato Agricoltura Regione Emilia Romagna, ed Emanuele Buriani, direttore A.P.T. Emilia Romagna, illustreranno agli imprenditori presenti le tante opportunità offerte dal progetto. La partecipazione all’incontro è gratuita ed aperta, oltre che alle associazioni di categoria, alle imprese dei settori agricolo, agroalimentare, ricettivo e della ristorazione previa invio del modulo di iscrizione, che si può scaricare dal sito www.fe.camcom.it

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.