Expo Milano 2015, 2,7 i milioni di visitatori nel primo mese

10 Comacchio Expo

2 milioni e 700 mila visitatori. Sono quelli che dal primo maggio, secondo Expo 2015 Spa, avrebbero varcato i cancelli dell’Esposizione Universale.

Un bilancio positivo del primo mese di apertura che fissa Expo 2015 in una posizione di assoluta eccellenza rispetto alle ultime edizioni della manifestazione, ha spiegato il Commissario Unico, Giuseppe Sala. Ad aumentare sarebbero anche i contratti sottoscritti con i rivenditori autorizzati che ad oggi registrerebbero 15 milioni di biglietti venduti

Quella italiana è un Expo a misura di famiglia, sicura e gentile: è l’Expo delle famiglie, dai bambini fino ai nonni, dicono gli organizzatori che incassano i dati positivi anche del Cluster del Caffé: il padiglione tematico dedicato all’omonimo prodotto, ha superato il milione di visitatori, ed è stato visitato nel primo mese dell’esposizione da una media di 33mila di persone al giorno. Il Cluster Caffè è dotato di un contapersone che consente di rilevare le visite giornaliere all’interno dello spazio espositivo. “Gli accessi al Cluster si sono rivelati del 45% superiori alle nostre previsioni più ottimistiche, hanno spiegato i responsabili. E conferma il fatto che la formula del Cluster è vincente, quando accompagnata da una rete di attività significative e legate al tema di Expo: il racconto del prodotto, l’integrazione con i Paesi ospitati, le attività educative, culturali e di animazione, l’utilizzo delle tecnologie digitali e l’integrazione con il web. Ma in queste ore arriva anche il contradditorio dell’indagine dell’Espresso: ilsettimanale pubblica i dati che arrivano direttamente da una fonte riservata della società che gestisce l’esposizione universale e registrati dai tornelli degli accessi. All’appello mancherebbe l’equivalente di uno stadio di calcio ogni giorno. Ben lontani quindi dalle stime di Expo Spa.

Con la previsione di venti milioni di visitatori (con qualcuno che entra due-tre volte in sei mesi) la media giornaliera dovrebbe essere di poco inferiore a 110 mila ingressi spalmati per 184 giorni di apertura: i sei mesi dal 1 maggio al 31 ottobre. Ipotizzando circa 100 mila nei giorni feriali, 200 mila il sabato e giorni festivi. Invece nella settimana di dati che “l’Espresso” ha potuto visionare la media giornaliera è inferiore del 40 per cento. L’unico dato ufficiale è quello degli ingressi serali: 100 mila ticket. Ma la tariffa low cost è di soli cinque euro, un ottavo dei 39 euro per una tariffa piena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *