Fabbri (LN) replica a Tagliani: “Vuole delegittimare protesta: perché donne incinte non accolte in struttura attrezzata?”.

Alan Fabbri, capogruppo lega Nord E-R
Alan Fabbri, capogruppo lega Nord E-R

«Il presidente della Provincia, Tiziano Tagliani, ha deciso di delegittimare la protesta dei cittadini di Gorino, sostenendo che tra i richiedenti asilo destinati all’ostello posto “sotto sequestro” ci sono donne incinte: ebbene, se le cose stanno così, queste ultime vanno trasportate dove ci si può occupare di loro, non in alloggi di fortuna, che servono unicamente ad alimentare il business dell’accoglienza.»

Risponde per le rime, il consigliere regionale della Lega Nord, Alan Fabbri, dopo le polemiche innescate a sinistra e successive alla protesta dei cittadini di Gorino. Perché, «ascoltando Tagliani e il Pd, sembra quasi che la protesta sarebbe stata legittima se nel pullman che ha trasportato gli immigrati ci fossero stati soltanto uomini.» Invece, la gente è scesa in campo spontaneamente, non appena ha capito che l’ostello sarebbe stato “sequestrato” su iniziativa del Prefetto, per farne l’alloggio dei cittadini stranieri arrivati lunedì sera.

«Provincia e Prefettura hanno alimentato soltanto il caos – dice Fabbri – anche per via di una comunicazione del tutto assente nei confronti dei cittadini. Manca un controllo, in tutta questa situazione, senza accertamenti sulle strutture che vanno ad ospitare gli immigrati. Come dimostra la mia interrogazione dei giorni scorsi, successiva al sopralluogo dell’Ausl di Ferrara all’Hotel Sant’Agostino (dove sono stati ospitati altri richiedenti asilo; ndr) che ha evidenziato come manchino i requisiti igienico-sanitari, in molti casi; in strutture allestite alla bell’e meglio, solo per alimentare questo indecente business.»

Fabbri in mattinata inoltre per i manifestanti di Gorino ha espresso parole di rignraziamento. “Grazie a chi ha manifestato la scorsa notte, grazie a chi ha lottato per far vincere la democrazia e il buon senso” ha detto Fabbri, aggiungendo: “I cittadini di Gorino sono per noi i nuovi eroi della Resistenza contro la dittatura dell’accoglienza. Abbiamo sostenuto, e continueremo a farlo, in ogni sede e in ogni modo, la loro protesta. Se il prefetto e il Pd, con la complicità del presidente della Provincia Tagliani, si illudono di poter fare qualsiasi cosa sopra la testa dei cittadini si sbagliano di grosso. Lo abbiamo dimostrato a Gaibanella, lo abbiamo dimostrato a Gorino e continueremo a farlo. La Lega c’è”. Così il capogruppo leghista e segretario Lega Nord Ferrara Alan Fabbri dopo la protesta messa in campo, per tutta la notte, dagli abitanti del Comune ferrarese, in rivolta contro l’arrivo di 20 immigrati, poi dirottati altrove. “Chi ha passato la notte in trincea per difendere il proprio territorio e la democrazia dai nuovi despoti è un eroe – rimarca Fabbri.

La forza del popolo ha consentito di vincere la follia di prefetture che requisiscono locali per darli agli immigrati e di dare una lezione di stile a Tiziano Tagliani che, da presidente della Provincia, si comporta in modo complice: evidentemente pensa di assolvere al proprio dovere di promuovere il territorio del Delta del Po piazzando immigrati clandestini in ogni dove”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *