Fabio Anselmo e Michela Andreozzi ad “Autori a corte”

Una serata dedicata a tematiche diverse, che ha coinvolto un pubblico eterogeneo. Prosegue la rassegna “Autori a corte”, che durante questa edizione 2018 si svolge presso lo Spazio Grisù di via Poledrelli.

Protagonisti dell’ultimo appuntamento sono stati Gian Pietro Testa che ha presentato “Il vestito di taffetà” moderato da Riccarda Dalbuoni, seguiti dall’attesa presenza dell’avv. Fabio Anselmo che ha dialogato con il direttore di Estense.com Marco Zavagli per raccontare le vicende del processo Aldrovandi, raccolte nel libro “Federico”. Un testo che va oltre le cronache raccontate dalla stampa, integrato anche da un intervento di Ilaria Cucchi che, sul palco, ha ricordato il fratello Stefano.

Infine, altro tema scottante: quella dell’attice Michela Andreozzi, che nel suo libro “Non me lo chiedete più” racconta le vicende di una donna che sceglie di non avere figli. Sul palco con lei, Paolo Franceschini come moderatore ed il compagno Massimiliano Vado, che ne ha condiviso la scelta.

“Autori a corte” prosegue lunedì 30 luglio con la presenza, tra gli altri, della regista Mariantonia Avati, figlia di Pupi e del politico Piero Fassino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *