Faceva shopping con carta credito del cliente: prostituta in manette

Pomeriggio di shopping per una 43enne mantovana senza fissa dimora che sabato ha fatto spese in un centro commerciale di Ferrara.

Nulla di strano se non fosse che stesse utilizzando una carta di credito e due bancomat appartenenti a un suo cliente. Lei infatti si prostituiva in via Wagner e venerdì sera, un cliente molto probabilmente sotto gli effetti dell’alcol, le ha lasciato il suo portafoglio in pegno in quanto non aveva denaro liquido per pagare la prestazione sessuale.

La promessa era di tornare la sera dopo con i soldi per poi poter riavere il portafoglio. Ma la 43enne, il mattino successivo, non ha perso tempo e si è recata nel centro commerciale con un suo amico per fare acquisti.

Dopo aver comprato una collana del valore di circa 200 euro con la carta di credito del cliente, la donna ha tentato di prelevare anche dei soldi dal bancomat con le altre due carte, senza riuscirci: non conosceva il codice di sicurezza per accedere al denaro.

Dopo alcuni pagamenti rifiutati, una guardia giurata ha dato l’allarme in Questura a Ferrara e gli uomini della squadra mobile della Polizia, in borghese, hanno pedinato la coppia e poi fermato la 43enne. La donna è stata arrestata e condotta nel carcere femminile a Bologna dove è stata condannata con rito abbreviato a otto mesi per utilizzo indebito di carta di credito.

Tessera che al cliente della prostituta era stata consegnata dall’azienda per la quale lavorava. E la titolare venuta a conoscenza del fatto ha poi deciso di tenersi la collana acquistata dalla prostituta.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=d84c1ade-2887-43a3-bf9f-8f5c03bc0c75&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *