Falco: salva la cig per i dipendenti

falco

Si sbloccheranno entro breve i pagamenti della Cassa Integrazione arretrata per i lavoratori della Falco di Codigoro: questa è la rassicurazione venuta da Unindustria Ferrara nel corso dell’incontro tenutosi in Castello estense, e convocato dalla presidente della provincia Zappaterra, per esaminare il futuro di un’azienda storica del territorio ferrarese.

zappaterraI lavoratori della Falco sono attualmente 123: in novembre hanno subito un’interruzione della Cassa Integrazione, dovuta a ritardi burocratici del’Inps che però dovrebbero essere superati da un decreto ad hoc del governo.

La Falco di Codigoro, stabilimento storico del basso ferrarese, attivo da 50 anni, oggi è uno dei più moderni d’Europa nel campo della produzione di pannelli in truciolare per i mobilifici; appartiene al gruppo Trombin con sede a Ravenna. Venerdì 17 gennaio il gruppo dovrà illustrare ai propri creditori una proposta di concordato preventivo: dall’accoglienza che i creditori riserveranno alla proposta dipende anche il futuro della Falco. Intanto, si è parlato di contatti con imprenditori cinesi, che però si sarebbero limitati, fino ad ora a manifestazioni di interesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *