‘Fare pace con la natura’: incontro con Paola Fagioli (dir. Legambiente E-R), domani alle 18 al chiostro di S. Spirito

Fare pace con la natura è un imperativo comune ed indilazionabile. Ne va della vita nostra e delle generazioni future. Se ne parla domani, venerdì 3 settembre, alle ore 18,00 presso il chiostro di S. Spirito, vicolo S. Spirito,11, con Paola Fagioli, direttore Legambiente Emilia RomagnaL’incontro è promosso da Istituto di Storia Contemporanea e Movimento nonviolento.

La questione ambientale è forse la più rilevante del nostro tempo. Molti sono gli aspetti e il nostro modo di produrre e di vivere sono strettamente coinvolti. La crisi climatica non ha fatto che renderla più evidente.  Il recente report dell’Intergovernmental Panel on Climate Change  –   234 scienziati di 66 Paesi –  rileva cambiamenti nel clima della Terra in ogni regione e sottolinea che “molti di questi cambiamenti sono senza precedenti in migliaia, se non centinaia di migliaia di anni, e alcuni tra quelli che sono già in atto – come il continuo aumento del livello del mare – sono irreversibili.

Tuttavia, forti e costanti riduzioni di emissioni di anidride carbonica (CO2) e di altri gas serra limiterebbero i cambiamenti climatici. Se, da una parte, grazie a queste riduzioni, benefici per la qualità dell’aria sarebbero rapidamente acquisiti, dall’altra, potrebbero essere necessari 20-30 anni per vedere le temperature globali stabilizzarsi”. Secondo il Segretario generale dell’ONU “Il Report è un codice rosso per l’umanità. I​​ campanelli d’allarme sono assordanti e le prove sono inconfutabili.

Dobbiamo agire con decisione ora”. Legambiente, con l’Osservatorio CittàClima, si occupa anche di questo aspetto. La sua attenzione di lungo periodo all’assieme delle tematiche ambientali ha suggerito l’invito alla concittadina Paola Fagioli per attenzione e approfondimento comuni. L’Istituto di Storia Contemporanea è interessato alla trattazione di un tema attualissimo, che rappresenta un nodo fondamentale del nostro tempo. Il Movimento nonviolento ha dedicato l’ultimo numero della sua rivista all’ecologia politica.

Sono previsti sempre nel mese di settembre altri due incontri sui temi : ‘Per un’economia di pace e di giustizia’ e ‘Matteotti obiettore di coscienza’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *