“FATECI FARE IL TAMPONE”, l’appello di un gruppo di medici

E’ l’appello, pubblicato da VITA.IT – nell’articolo a firma di Lorenzo Maria Alvaro – che arriva da alcuni sanitari italiani, tra cui il virologo Fabrizio Pregliasco, che propongono di chiedere con una raccolta di firme al Governo di varare una cammpagna di test diffuso. La motivazione della proposta, che, come dice il Prof. Fabrizio Ernesto Pregliasco, Direttore Sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, Ricercatore Confermato in Igiene Generale ed applicata all’Università degli Studi di Milano, andrebbe eventualmente attuata “ cum grano salis», è che «Conoscere l’esatta diffusione dei positivi o di coloro che hanno avuto il Covid-19 in tempo reale permetterebbe di capire in modo chiaro gli effetti delle politiche di contenimento messe in atto e di modificarle rapidamente se necessario. Per fare più tamponi c’e’ un tema di capacità produttiva e uno di costo. Sul primo basta liberalizzare a tutti i laboratori tecnicamente capaci di fare il tampone, con l’obbligatorietà a inviare al ministero tutte le informazioni dettagliate di ogni singolo caso per mantenere una visione centrale di tutti i casi. Il secondo punto , quello del costo, può essere affrontato con una raccolta fondi che in questo momento otterebbe certamente un’ampia adesione» come scrivono i firmatari dell’appello.

per aderire all’appello leggi
http://www.vita.it/it/article/2020/03/12/appello-fateci-fare-il-tampone/154403/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *