Movimento 5 stelle, Ferrara conferma Favia

Il fuorionda a La Sette lo aveva bruciato davanti agli occhi di Beppe Grillo ma lui imperterrito è andato avanti con l’azione politica del Movimento Cinque stelle, forte del consenso della base regionale, e ieri sera a Ferrara, Giovanni Favia con il collega del consiglio regionale Andrea De Franceschi è arrivato in città per chiedere ed ottenere la riconferma al suo mandato di consigliere Cinque Stelle ai simpatizzanti e iscritti ferraresi per quanto svolto negli ultimi sei mesi.

A Casa Cini, dalle 20,30, lungo lo scalone che porta alla sala riunione del palazzo, c’è un sacco di gente che fa la fila per iscriversi e ritirare la scheda con cui, dopo aver ascoltato lui e il suo collega di consiglio, lo dovrà riconfermare. In sala c’è già Valentino Tavolazzi, più lontano anche il medico delle vere battaglie ambientaliste della città, Luigi Gasparini.

Favia, che sa di video e grafica, supportato da un proiettore, fa vedere gli atteggiamenti della casta, di destra e di sinistra, alle sue proposte di rinunciare al cumulo dei vitalizi e non c’è bisogno i aggiungere nient’altro. Parla di ritardi pazzeschi della Regione nei confronti delle imprese colpite dal terremoto, il primo provvedimento per loro è stato emesso dopo quattro mesi, e accusa così Errani, di rischio amianto anche con la ricostruzione, di scuole danneggiate dal sisma che non sono state ristrutturate ma sostituite da moduli più costosi che resteranno per sempre dove sono stati realizzati.

Parla anche di sanità, di tagli feroci nei posti letto “saranno chiusi reparti” ha detto, e il tutto davanti a telecamere di emittenti nazionali, in primis La Sette che intervista i sui simpatizzanti che ce l’hanno con Casaleggio, e la Rai, alla faccia di quanto dice il leader del suo movimento, Beppe Grillo.

Poi si apre il dibattito con i cittadini che chiedono di mettere al voto la presenza delle telecamere per assistere alla discussione….Favia recepisce immediatamente l’osservazione dal pubblico. Gli dà ragione e ‘democraticamente’ invita i giornalisti televisivi ad uscire dalla sala dove inizierà a parlare il primo sindaco grillino del ferrarese, Marco Fabbri che annuncia le sue difficoltà di sindaco del Comune di Comacchio, avendo ereditato una situazione disastrosa dalle precedenti amministrazioni.

La faccia di Fabbri mentre si rivolge al pubblico dice più delle sue parole e per questo chiede aiuto a Favia e De Franceschi affinché siano più presenti su un territorio che ancora ha tanti nodi atavici da risolvere.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=95f0fd99-0ea4-43b6-9df6-89e0e414c890&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.