Favorire il dialogo fra banche, imprese e famiglie: incontro in Prefettura

prefetturaIl Prefetto Michele Campanaro ha presieduto stamane, in videoconferenza, una riunione dell’Osservatorio provinciale per l’analisi dell’andamento delle iniziative a sostegno del credito, l’organismo di valutazione previsto dal “Protocollo d’intesa sulle misure di sostegno alla liquidità” sottoscritto in Prefettura tra Istituzioni, Associazioni di categoria e Organizzazioni sindacali.

All’incontro hanno partecipato i rappresentanti della Direzione regionale della Banca d’Italia, della Commissione regionale per l’Emilia-Romagna dell’Associazione Bancaria Italiana – ABI, della Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate, della Camera di Commercio, di tutte le Associazioni datoriali ferraresi, dell’Amministrazione Provinciale, del Comune di Ferrara e delle Segreterie provinciali confederali di CGIL, CISL e UIL.

L’Osservatorio prefettizio è nato con l’obiettivo di agevolare l’accesso al credito a sostegno di famiglie e imprese in crisi di liquidità a causa dell’emergenza per il virus Covid-19. “La grave crisi economica innescata dall’emergenza sanitaria – ha sottolineato il Prefetto Campanaro in apertura dell’incontro – impone un forte impegno corale. Famiglie e imprese vanno sostenute concretamente, promuovendo e agevolando una rapida attuazione di tutte le misure governative di sostegno al bisogno di liquidità”.

Particolare attenzione, nel corso della riunione, è stata dedicata all’analisi del trend delle richieste di accesso ai finanziamenti garantiti dallo Stato, attraverso l’analisi dei dati aggiornati pubblicati dal Fondo di Garanzia, istituito presso il Ministero dell’Economia. Le operazioni con garanzia pubblica concluse in provincia di Ferrara sono state, ad oggi, 12.638, per un importo finanziato pari a € 793.985.456,18; di queste, 7.125 quelle per importi fino a € 30.000,00 per un importo finanziato complessivo pari a € 134.838.811,25. Secondo l’analisi di Banca d’Italia, l’andamento del credito in provincia di Ferrara evidenzia, nel periodo da marzo 2020 a marzo 2021, una crescita complessiva dei prestiti bancari pari al 3,6%, maggiormente concentrata nel settore delle imprese (+8,4%) che in quello delle famiglie (+0,8%). Inoltre, la crescita dei prestiti bancari alle imprese ferraresi è più sostenuta (+8,4%) rispetto a quella registrata a livello regionale (+5,2).

Di fronte al quadro economico illustrato, tutti i presenti hanno condiviso l’esigenza di facilitare massimamente il dialogo tra intermediari finanziari e mondo delle imprese e famiglie, come condizione per garantire una solida e trasparente ripresa dell’economia. In questa direzione, è stata sottolineata l’importanza di rendere disponibile ogni informazione di dettaglio sull’entità dei finanziamenti concessi con garanzia pubblica, nelle diverse ipotesi previste dal c.d. “Decreto Liquidità”. Una messa a fattor comune possibile grazie al contributo di Banca d’Italia e Associazione Bancaria Italiana, attraverso un canale di contatto con la Task force governativa, costituita da Ministero dell’Economia e delle Finanze, Ministero dello Sviluppo Economico, Banca d’Italia, Mediocredito Centrale, SACE ed ABI. “Sono certo – ha evidenziato il Prefetto – che Banca d’Italia e ABI, nell’ambito dei consolidati rapporti di collaborazione già sperimentati con l’istituzione prefettizia nel corso di precedenti situazioni di crisi economica e sociale, forniranno un prezioso apporto di esperienza e conoscenza per venire incontro alle aspettative di questo territorio. Infatti, agevolare la concreta attuazione delle misure di sostegno alle famiglie ed alle imprese vuol dire scongiurare fenomeni di usura o di infiltrazioni illecite nel tessuto produttivo”.

Il Prefetto ha quindi proposto, raccogliendo l’approvazione del Tavolo, l’istituzione di un momento di approfondimento sui temi legati al bisogno di liquidità, con la diretta partecipazione dei principali attori territoriali, famiglie, imprese, intermediari finanziari ed istituzioni. “Nelle prossime settimane, organizzeremo – ha evidenziato il rappresentante del Governo, nel trarre le conclusioni dei lavori dell’Osservatorio – una giornata seminariale dedicata a famiglie ed imprese, valorizzandola con il coinvolgimento delle principali banche del territorio, per approfondire quei punti specifici su cui oggi Banca d’Italia ha richiamato la nostra attenzione come strategici per favorire la crescita sana del sistema produttivo locale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *