“FE SISMA 2022”: evento per promuovere l’importanza del Coordinamento di Protezione Civile

Presentata oggi in conferenza stampa la manifestazione “FE SISMA 2022” che vuole essere una campagna di addestramento e sensibilizzazione per ricordare i 10 anni dal terribile terremoto che ha colpito il nostro territorio, ma che è anche un modo per far accrescere nella cittadinanza la consapevolezza dell’ importanza che ricopre il Coordinamento di Protezione Civile di Ferrara in tutti i suoi aspetti logistici, tecnici e sociali.

L’assessore regionale all’Ambiente, Difesa del suolo e della costa, Protezione civile Irene Priolo è intervenuta in videocollegamento alla presentazione assieme a Nicola Lodi Vicesindaco e assessore alla Protezione civile del Comune di Ferrara, Claudio Tabanelli Presidente Coordinamento Associazioni di Volontariato di Protezione Civile, Alceste Zecchi, referente dell’ Agenzia Regionale per la Sicurezza Territoriale e Protezione Civile.

Nel fare gli onori di casa, il vicesindaco Nicola Lodi, ha definito FE SISMA 2022, “un’importante attività per formare i cittadini a sapersi comportare in maniera corretta e adeguata in occasione di calamità ed eventi di questo tipo.” Lodi ha sottolineato come “personalmente, e anche a nome del sindaco Alan Fabbri, sono contento che questo genere di eventi coinvolgano soprattutto i giovani e le istituzioni scolastiche, generando formazione, conoscenza e spirito d’intervento.

“E’ anche importante ricordare, per non dimenticare. Questa manifestazione è particolarmente sentita per la nostra città perché vede un accrescimento dell’importanza data alla sicurezza del cittadino e del territorio. Il volontariato, in generale, ma soprattutto quello della Protezione Civile, è diventato negli anni una realtà sempre più organizzata, formata e preparata, vicina al soccorso e all’assistenza in situazioni di emergenza di tutta la comunità.”

Quale assessore della protezione civile- ha voluto anche ricordare che: “la parola chiave e fondamentale è CONOSCERE ed è quindi fondamentale che si coninvolgano i giovani e il mondo della scuola con la partecipazione alla manifestazione di due classi del Liceo Carducci di Ferrara; un modo intelligente anche per avvicinare i giovani al mondo del volontariato.

“Ringrazio -in chiusura- Irene Priolo, assessore regionale dell’Ambiente, Difesa del suolo e della Costa, e Alceste Zecchi, referente dell’Agenzia Regionale per la sicurezza Territoriale e Protezione Civile, per il loro lavoro volto a incrementare la resilienza del territorio”.

26 le Associazioni iscritte al Coordinamento, ciascuna con la propria identità e le proprie specializzazioni, in grado di attivarsi in tempi stretti in caso di bisogno.

Seguendo il claim “Impegnamoci per…” il volontariato di protezione civile è diventato negli anni una realtà organizzata, formata e preparata, specchio di tutte le professioni.

Le donne e gli uomini che ne fanno parte prestano gratuitamente soccorso e assistenza in situazioni di emergenza e contribuiscono tutti i giorni, in modo concreto, alla previsione e alla prevenzione dei rischi.

La manifestazione “FE SISMA 2022” comincerà Venerdì 21 per concludersi Domenica 23 ottobre, si tratta di un addestramento di volontari di Protezione Civile a cui la cittadinanza può assistere.

Le attività si svolgeranno in questo modo:

– come prima azione ci sarà il montaggio di un campo soccorritori per emergenza terremoto nella zona dei “Tre Campi” Via Canapa zona identificata dal piano comunale,

– poi, ci saranno alcune attività come ad esempio l’accoglienza di 2 classi del Liceo Carducci e verrà fatta la presentazione delle numerose attività che esercita la Protezione Civile sul nostro territorio;

– ancora, si organizzerà una ricerca di dispersi, e controllo arginale con droni

– infine, il recupero di beni culturali, si pensava anche di recuperare materiale storico alla biblioteca Bassani.

Per l’ultimo giorno, Domenica 23 un saluto e ringraziamento ai volontari impegnati nelle emergenze degli ultimi anni, perchè è doveroso un sentito ringraziamento a tutti i volontari che hanno partecipato alle ultime emergenze che hanno colpito il nostro territorio e le Marche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *