Femminicidio Cinzia Fusi, Appello conferma ergastolo per Cervellati

La corte d’Appello di Bologna ha confermato la sentenza di primo grado di Ferrara, cioè l’ergastolo, nei confronti di Saverio Cervellati. Il 55enne copparese che la mattina del 24 agosto 2019 uccise la sua compagna, Cinzia Fusi, colpendola ripetutamente alla testa con un martello, nel garage del negozio in Via Primicello

La sentenza di primo grado, emessa dalla corte d’Assise di Ferrara lo scorso ottobre, aveva anche condannato l’imputato (che si trova in carcere a Ferrara) a risarcire il danno alle parti civili costituitesi nel processo: i genitori di Cinzia Fusi (per i quali è stata stabilita una provvisionale di 150mila euro per ciascuno), una zia e una cugina, i Comuni di Copparo e di Riva del Po

In Appello è stata riconfermata la provvisionale da 150mila euro per ognuno dei genitori della vittima ed il risarcimento del danno per i comuni di Copparo e di Riva del Po, rispettivamente territorio dove è avvenuto il femminicidio e il comune di residenza di Cinzia Fusi.

A difendere i genitori, la zia e la cugina della vittima ed i due comuni, Copparo e Riva del Po, è l’avvocato Denis Lovison

“Sono soddisfatto perché non è stata riconosciuta nessuna attenuante, né quella della provocazione, né le attenuanti generiche che avrebbero alleviato la pena” spiega il legale. “Come è importante anche aver riconosciuto il danno subìto dall’ente territoriale” sottolinea Lovison. In appello mancavano i genitori di Cinzia Fusi, molto anziani ed invalidi. “Per loro almeno ci sarà un po’ giustizia” ha concluso il legale Lovison

“Ciò che più ha importanza è che venga punito un atto crudele, disumano, come quello che ha tolto barbaramente la vita a una giovane donna” ha detto il sindaco di Copparo, Fabrizio Pagnoni. “Un verdetto importante per la comunità, che deve essere unita, nella difesa della dignità e della vita umana, nel respingere ogni atto di violenza, nel coltivare la cultura del rispetto, prevenendo tragedie come quella che ha spento l’esistenza di Cinzia” ha sottolineato il primo cittadino di Copparo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *