FERNANDA MARROCHI: dalla danza, al calcio, alla pallamano

Dall’Uruguai all’Italia e un entusiasmante ritorno all’Ariosto

La pallamano – per me – è pura passione: grazie ad essa sono cresciuta in tutti i sensi. Quando la pratico mi sento a casa, la sento mia.” Fernanda Marrochi, classe 1988, è una campionessa indiscussa….. profondamente innamorata di una disciplina meravigliosa. “La mia passione per lo sport”, le sue parole, “è nata in tenera età: ho iniziato a 4 anni con la danza, poi ho praticato il calcio per poi passare alla pallamano: con quest’ultima è stato amore a prima vista (grazie a mio fratello che già giocava) e non ho più smesso.” Fernanda è giocatrice di spessore e di indubbio valore, con una carriera di tutto prestigio. “Ho iniziato all’età di 11 anni in Uruguay (la mia Nazione) in un Club che – attualmente – si chiama Union La Paz allenata, allora, da Pedro Rasentti. Ho militato in quella squadra per diversi anni, avendo così l’opportunità di far parte della Nazionale del mio Paese nelle categorie Under, disputando tantissimi campionati internazionali utili per le qualificazioni ai Mondiali. Successivamente sono passata a giocare con il Club Nautico (allenato da Gonzalo Peluffo): in quella realtà ho avuto anche la possibilità di lavorare per anni anche come Docente di Scienze Motorie.” Poi il passaggio nella categoria Senior. “Nella mia squadra del cuore, chiamata Scuola Italiana…. dove ho trovato la mia strada, unitamente a Daniela Mata – allenatrice e amica – che ha creduto molto in me. Non a caso sono stata convocata ancora dalla Nazionale sia Indoor che di Beach Handball: sono state le esperienze più belle, soortivamente parlando, della mia vita. Nel 2011 abbiamo partecipato alle qualificazioni per le Olimpiadi 2012 di Londra (ma non ci siamo qualificate); abbiamo disputato il Mondiale di Handball Indoor in Brasile nel 2011; con la Nazionale di Beach Handball – nel 2012 – abbiamo disputato il Mondiale in Oman (allenatori Alejandro Trejo e Oscar Caffaro): siamo arrivate 7^ e, grazie a questo risultato, ci siamo qualificate automaticamente ai Giochi Mondiali in Colombia. Nel 2014, con il Beach Handball, abbiamo disputato le qualificazioni per il Mondiale, qualificandoci.” Mondiale che Fernanda non ha disputato perchè era approdata a giocare in Italia e precisamente a Ferrara con l’Ariosto Pallamano dove vi è rimasta per 2 stagioni. In seguito l’Handball Estense…. per poi approdare una stagione con la Pallamano Olimpica Dossobuono. Terminata l’esperienza in terra veneta, un anno e mezzo di stop per problemi personali. In questa stagione il suo grandissimo ritorno con l’Ariosto. “Sono felicissima di vestire nuovamente questa maglia e di essere in questa città che adoro”, incalza Fernanda Marrochi. “Che cosa mi ha spinto a questa scelta? Conosco la società e mi è sempre piaciuta. Ho deciso di tornare anche per il gruppo e l’allenatore….. di meglio non potevo chiedere.” Pregi e difetti in campo. “Non mollo mai. Inoltre, in campo ho sempre dato una mano, adattandomi. Il mio ruolo ufficiale è pivot. Purtroppo sono piuttosto permalosa.” In conclusione, un pensiero inerente il campionato attuale. “A livello di squadra stiamo lavorando tantissimo per migliorarci sempre più – gara dopo gara – e lo stiamo dimostrando in ogni partita. Personalmente, dopo un lungo stop, mi sono rimessa in gioco per portare alla squadra il mio meglio. Puntiamo ad arrivare il più in alto possibile, dando sempre il massimo! Dipende solo da noi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *