Ferrara musica al Ridotto. Occasioni di ascolto, programmi di rara esecuzione e giovani interpreti

Un vero e proprio cartellone parallelo dedicato alla musica da camera, in dialogo con quello principale. “Ferrara Musica al Ridotto”, nuova programmazione che accompagnerà l’intera stagione concertistica 2021/2022, segna la ripresa degli appuntamenti nella più bella sala da concerto della città.A dare il via alla rassegna sarà, sabato 9 ottobre alle 17, il concerto finale della masterclass organizzata con il violoncellista e didatta elvetico François Guye da parte del Conservatorio Frescobaldi, che assieme all’Orchestra Città di Ferrara sarà protagonista di questa prima tranche di concerti, programmati tra ottobre e gennaio.

Il nucleo più cospicuo del cartellone sarà costituito dalla sesta edizione di PianoDuo Festival, dove docenti ed allievi del Conservatorio eseguiranno a due tastiere Concerti per pianoforte e orchestra di Mozart e Beethoven: gli interventi di Anna Govoni, Zhenbo Ye, Marco Merola, Valerio Cacciari, Giancarlo Bonfiglioli, Cosmè Umberto Zuffi, Giovanni Bergamasco e Carlo Bergamasco, assieme ai docenti Fernando Scafati e Roberto Russo, sono previsti nelle domeniche 24 ottobre, 14 e 21 novembre, tutti alle 10,30.

Ai duo pianistici Federica Righini-Riccardo Zadra e Gloria Reimer-Sara Ferrandino toccherà il compito di approfondire alcuni capolavori del repertorio francese del Novecento e di omaggiare Prokof’ev con due preziose ed insolite trascrizioni di Suite per balletto, rispettivamente sabato 30 ottobre e 6 novembre alle 17.

Per Ferrara Musica ritorneranno al Ridotto I Solisti dell’Orchestra Città di Ferrara, che dedicheranno il primo dei loro tre concerti, domenica 31 ottobre alle 10,30, all’immortale Ottetto di Schubert, mentre domenica 19 dicembre e 16 gennaio saranno riservate al cinquantenario della morte di Stravinsky, con alcune pagine cameristiche accostate ad altre del Gruppo dei Sei, con un occhio di riguardo a Francis Poulenc.

Completeranno il nuovo ciclo del Ridotto due domeniche mattina tra Barocco e Novecento, dedicate al Clavicembalo ben temperato di Bach accostato ai 24 Preludi e fughe di Sostakovic. Protagonisti saranno gli allievi delle classi di Pianoforte e di Musica da Camera del Conservatorio Frescobaldi. L’occasione del dialogo nasce dall’appuntamento bachiano con l’Akademie für Alte Musik di Berlino e la violinista Isabelle Faust (6 e 7 dicembre) preceduto dalla serata del violoncellista Enrico Dindo, che l’8 novembre suonerà un’antologia delle Suite di Bach.

Biglietto di ingresso a 3 euro, ridotto giovani 1 euro; i biglietti sono acquistabili nella biglietteria del Teatro “Abbado”, aperta un’ora prima di ciascun concerto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *