Ferragosto a Ferrara: oltre 1.200 persone nei musei, più di 700 al Castello

Sono oltre 1.200 le persone che hanno fatto visita ai musei di Ferrara tra sabato e domenica.

Il Castello Estense si conferma la destinazione più richiesta, con 704 accessi, seguito da Schifanoia, con 296 persone, e dal Museo della Cattedrale, con 113.

Nel complesso il dato, dettagliato, dei visitatori in tutti i musei (cinque quelli aperti, vedi di seguito) è di 1.232.

“Numeri che rivelano un interesse vivo per l’arte e la cultura e che sono chiaramente soggetti ai vincoli del contingentamento e alle nuove limitazioni degli accessi – dice l’assessore alla Cultura Marco Gulinelli -. Anche in un caldissimo week end di Ferragosto e in un periodo in cui solitamente le città d’arte sono le più penalizzate, a favore delle destinazioni della riviera, si sono confermati dati sugli accessi significativi. Il nostro grazie agli operatori che hanno lavorato per questo, il loro impegno è decisivo per tenere alta l’attenzione sulle tante mostre ed esposizioni presenti in città”, spiega Gulinelli, sottolineando che, ieri e per tutto il mese, sono stati e saranno aperti: il museo della Cattedrale (orari 9,30 – 13 e 15 – 18), il Nuovo Museo Schifanoia con la nuova ala Quattrocentesca e il civico lapidario (dalle 10 alle 19), palazzina Marfisa d’Este, con la mostra del fotografo dell’acqua Claudio Koporossy ( 9,30-13 e 15-18), Casa Ariosto (10-12,30 e 16-18) e il Castello Estense (10-18). Qui è possibile accedere, al solo costo di ingresso, alle due diverse mostre: “Boldini. Dal disegno al dipinto. Attorno alla Contessa de Leusse”, “Giovanni Battista Crema. Oltre il divisionismo”, mentre nel cortile interno è disponibile l’esposizione delle opere di Sara Bolzani e Nicola Zamboni per la mostra: “Le donne, i Cavallier, l’Arme, gli Amori”.

Ferragosto, cortile CastelloNel dettaglio, oltre ai musei aperti con sette rassegne complessive, tra sabato e domenica, in città, l’offerta di eventi ha contato, tra le altre cose, su: gli spettacoli per bambini e famiglie al parco Marco Coletta (sabato ‘Fagiolino nel castello del mago’, realizzato dalla Compagnia ‘Le teste di legno’, domenica ‘Ridi Meneghino’, con la compagnia burattini Aldrighi), la rassegna gastronomica Retrogusto (ancora in corso), con sei diverse aree di degustazione collocate all’interno del giardino del Grattacielo.

Sulla Darsena (civico 57) è tornata la festa di Ferragosto, dopo la pausa del 2020: nell’ambito della rassegna “Un fiume di musica”, Amf – Scuola di musica moderna ha proposto una serata sulle note del sound brasiliano, con possibilità di cenare ai tavoli. Sul palco Daniella Firpo: voce, chitarra e percussioni, Roberto Poltronieri alla chitarra, Massimo Mantovani alle tastiere, Ambra Bianchi al flauto e voce, Roberto Rossi, alla batteria e percussioni. Per tutto il week end inoltre l’arena di Parco Pareschi ha proposto film nell’ambito di ‘Cinema nel parco 2021’: venerdì sera The Father, di Florian Zeller, sabato ‘Il Concorso’, di Philippa Lowthorpe e ieri, domenica, ‘Mandibules. Due uomini e una mosca’, di Quentin Dupieux. “Anche ad agosto Ferrara si conferma ricca di eventi e nel giorno di Ferragosto la città si è dimostrata particolarmente viva – dice l’assessore al turismo Matteo Fornasini -. La collaborazione con i privati, il sostegno del Comune a molte nuove iniziative, hanno consentito di proporre al pubblico una variegata possibilità di scelta, dedicata a chi è rimasto in città e a chi ha scelto Ferrara come meta ferragostana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *