Migliarino, morto in casa accanto all’amico svenuto: ipotesi intossicazione alcol-droga

Si chiama Arturo Mantovani l’uomo di 45 anni che è stato trovato morto, giovedì sera, in una casa di Migliarino, nel comune di Fiscaglia. Accanto a lui c’era un amico, 52 anni, privo di sensi e poi ricoverato all’ospedale S.Anna di Cona. Sul fatto stanno indagando i carabinieri.

Si sta valutando l’ipotesi di malori causato da un’intossicazione di alcol e forse di un mix con la droga, ma si sta continuando a lavorare anche per escludere altre piste e si attendono gli esiti dell’autopsia. I due sono stati trovati dal fratello del 52enne, che vive nell’appartamento e che da qualche ora non rispondeva. E’ stato sempre il fratello a chiamare il 118, dopo aver visto i due corpi riversi a terra.

Sono arrivati anche i vigili del fuoco e i carabinieri, che hanno avviato accertamenti e sentito testimoni. Nell’appartamento sono stati sequestrati alcolici e una sostanza, che dovrà essere analizzata. Sul corpo del 45enne non ci sono segni di violenza. (ansa.it)

 

Il giallo di Migliarino, svenuto accanto all’amico deceduto. E’ ancora giallo a Migliarino nel Comune di Fiscaglia dove, giovedì sera in un’abitazione di via Roma, è stato trovato il corpo senza vita di un 45enne e, accanto a lui, c’era un suo amico, titolare della casa, un uomo di 43 anni privo di conoscenza e soccorso in gravi condizioni. Il fratello della vittima, allarmato dall’assenza del 45enne, mentre lo stava cercando avrebbe notato due persone distese a terra guardando attraverso una finestra dell’edificio. E’ ancora avvolto dal mistero l’accaduto e i carabinieri stanno indagando in tutte le direzioni, anche se sembrerebbe che non ci fossero segni di violenza sul corpo della vittima. Ora si attende l’autopsia sul 45enne per fare luce sull’accaduto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *