Associazione criminale, ramificata anche a Ferrara, nascondeva denaro all’estero

gdfUn’organizzazione composta da 26 persone, specializzata, attraverso un’associazione antiusura, nel nascondere patrimoni mobiliari e immobiliari per non pagare le tasse è stata smantellata dalla Guardia di Finanza di Parma, coordinata dalla Procura della Repubblica.

Le Fiamme gialle hanno sequestrato 7 milioni di euro, arrestato 8 persone per associazione a delinquere e interdetto un notaio e un imprenditore allo svolgimento di attività professionali e di impresa.

Sequestri patrimoniali e perquisizioni in particolare anche a Ferrara.

Fra gli arrestati spicca Wally Bonvicini, imprenditrice di Parma che si era presentata come candidata sindaco alle amministrative del 2012 a capo di una lista civica. Il primo punto del suo programma era la chiusura di Equitalia. Al centro dell’organizzazione c’era un’associazione antiusura con sede a Parma che, tra i suoi servizi, ne offriva di specifici per aggirare l’erario. L’operazione è scattata sabato per il pericolo di fuga di alcuni degli indagati. Sequestri patrimoniali e perquisizioni, oltre che a Parma, anche ad Arezzo, Pordenone, Trieste, Savona, Padova, Verona, Milano, Pistoia, Ravenna, Reggio Emilia, Salerno, Chieti.

L’Associazione infatti offriva, tra gli altri, “servizi” finalizzati ad impedire od ostacolare le procedure esecutive – avviate da Enti pubblici per debiti verso l’Erario (Tribunale, ex Equitalia o altri enti di riscossione) o da soggetti privati – nei confronti dei patrimoni personali o aziendali dei debitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *