Maltempo, Coldiretti: “Frutta a rischio”

Il maltempo che si sta abbattendo sull’Emilia-Romagna “rischia di compromettere la produzione regionale di frutta che si sta appena iniziando a raccogliere dagli alberi”.

E’ quanto afferma la Coldiretti regionale che segnala nevicate e serre divelte sull’Appennino Modenese e allagamenti nel Faentino.

A giudizio dell’associazione “se la neve in montagna è positiva per ripristinare le scorte idriche, la caduta della grandine a macchia di leopardo è l’evento più temuto dagli agricoltori in questo momento perché si abbatte sulle verdure e sui frutteti spogliando le piante e compromettendo irreversibilmente i raccolti, facendo perdere un intero anno di lavoro”. Nelle zone interessate dal maltempo, dove sono particolarmente concentrate le coltivazioni di frutta, “sono state stese le reti antigrandine che tuttavia – precisa Coldiretti Emilia-Romagna – non ancora sufficientemente diffuse e non impediranno il verificarsi di danni alle colture”.

  • Domenica 5 maggio ore 17 – Maltempo su Ferrara e provincia: alberi caduti, eventi annullati e temperature crollate 

vigili fuoco

Ferrara, come buona parte della regione Emilia Romagna, sferzata dal maltempo, oggi.

Estesa fino a mezzanotte di domani l’allerta della protezione civile: super lavoro per i vigili del fuoco. Intanto in appennino ha persino nevicato.

Temperature invernali, pioggia incessante e un fortissimo vento che ha sferzato Ferrara e la sua provincia per tutto il giorno. E’ una domenica 5 maggio anomala e le condizioni atmosferiche difficili hanno creato anche diversi problemi.

Diversi gli alberi caduti, sradicati dal forte vento e dalla pioggia che si è abbattuta in città.

Abbattuti anche alcuni cartelloni elettorali e le raffiche di vento hanno superato anche i 90 chilometri orari.

Segnalazioni di cadute alberi sono arrivate al centralino dei vigili del fuoco, impegnati in maniera massiccia ormai da due giorni in interventi di vario genere.

Marco Falciano, ambientalista e coordinatore dell’Unione Pescatori Estensi, ha segnalato la caduta di un pioppo nel sottomura di Ferrara, sostenendo che si sarebbe potuto evitare un evento simile con il giusto intervento di manutenzione del verde.

Intanto è stata estesa fino alla mezzanotte di lunedì l’allerta meteo arancione – emessa dall’Arpae e della Protezione Civile regionale – per la Romagna e l’Emilia orientale.

La discesa di aria fredda polare dal Nord ha determinato condizioni di forte instabilità.

Nevicate al di sopra dei 700-800 metri in appennino.

Mare molto agitato con onde alte tra i 2 e i 3 metri ai lidi di Comacchio dove sabato, come documentato da una foto scattata dai proprietari dello stabilimento balenare Pineta Beach, si stava creando una tromba d’aria sul mare.

Disagi anche a Cento. Il forte vento ha divelto le ante di un armadio stradale e rotto alcune finestre. La caduta rami sulle strade tra i problemi maggiormente segnalati dai cittadini.

Diversi anche gli eventi annullati a Ferrara come in provincia, a causa ovviamente del maltempo.

Anche il Palio di Ferrara ne ha risentito. Le Gare Under degli sbandieratori, che si dovevano tenere in piazza Municipale, si sono spostate al Palazzetto dello Sport in Piazzale Azzurri d’Italia.

Guardando alle previsioni meteo, anche nelle prime ore di lunedì il maltempo dovrebbe continuare a imperversare. In queste ore c’è stato un forte calo delle temperature, fino a 8 gradi.

Ma poi le previsioni suggeriscono un miglioramento delle condizioni già a partire dalla seconda metà di lunedì e martedì anche le temperature dovrebbero tornare a rialzarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *