Ferrara: appello per il centro storico

L’appello di Deanna Marescotti
La proposta lanciata da Telestense
Come reagire allo scoraggiamento che si sta impadronendo della città? 

Il terremoto rischia di paralizzare il centro storico di Ferrara. Per questo l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Ferrara, Deanna Marescotti,  indice per martedì 19 alle 15, un incontro con le Associazioni di categoria e i sindacati dei lavoratori del Commercio e del Turismo.  Per Telestense è l’occasione per lanciare un’ipotesi: perché non pensare ad un grande progetto di riqualificazione antisismica delle case e degli edifici produttivi, che veda i cittadini impegnati in prima persona, con banche e imprese edili del territorio, a rendere Ferrara una città modello dell’edilizia antisismica in Italia? Restituirebbe sicurezza a chi ci vive e  ai turisti,  potrebbe far ripartire l’economia della città.

Non bastavano le scosse del 20 e del 29 maggio, a peggiorare la situazione è arrivato il Comunicato della Commissione grandi Rischi. Il Centro Storico fra transenne ai monumenti e chiusure dei negozi in attesa dell’agibilità rischia la paralisi. Dobbiamo cercare soluzioni per uscire da questo impasse, fatto di paura e di sfiducia, dice l’Assessore alle Attività produttive del Comune di Ferrara, Deanna Marescotti, che proprio per cercare soluzioni e strategie ha convocato per  il 19 giugno prossimo sindacati e  associazioni imprenditoriali di commercio, artigianato e servizi. Venerdì inoltre incontrerà i parlamentari ferraresi del PD per chiedere di intervenire sul paradosso,  che vede Ferrara, esclusa dalle agevolazioni previste per i Comuni più colpiti dal sisma, anche se ha riportato danni ingentissimi al patrimonio artistico, che rappresenta un’attrativa turistica fondamentale e una risorsa economica strategica, oltre che un patrimonio culturale unico al mondo.
i danni, seppur meno vistosi,  sono ingenti, Ferrara rischia la paralisi, i turisti disdettano le prenotazioni, i cittadini non hanno voglia di fare acquisti. Di qui l’ipotesi avanzata da Telestense di un futuro che veda Ferrara impegnata in un grande progetto di riqualificazione antisismica delle abitazioni e degli edifici commerciali e artigianali. Deanna Marescotti si dice interessata, in attesa dell’incontro con politici, imprenditori e sindacati, conclude, si potrebbe pensare  a sondare le banche per una eventuale iniziativa di erogazione di mutui agevolati finalizzati alla sicurezza sismica, e contemporaneamente verificare quante imprese di costruzione siano in grado in città di far fronte ad attività di consolidamento a prezzi, naturalmente, non speculativi.

[flv image=”https://www.telestense.it/wp-content/uploads/2012/06/5appello-300×119.jpg”]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120613_05.flv[/flv]

2 pensieri riguardo “Ferrara: appello per il centro storico

  • 13/06/2012 in 18:26
    Permalink

    Brava Telestense!!! E’ questa la sfida del futuro prossimo di Ferrara (5 anni)! Si tratta di scovare idee utili per coniugare la bellezza di tutte le dimore storiche del centro storico con innovatovi metodi di sicurezza. Crtiteri avanzati di domotica proteggeranno e renderanno più belle le abitazioni e il patrimonio artistico. Per troppo tempo tutto intoccabile. Ristrutturiamo con un rispetto RIGOROSO della storia e della bellezza. La gente tornerà a vivere la Ferrara del Centro! Ferrara 500 anni fa era New York! (e forse anche più bella)

    Rispondi
  • Pingback: Ferrara: appello per il centro storico | Battiamo il sisma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *