Ferrara: archiviata l’accusa a carico dell’edicolante, Anna Ferraresi: “Vicesindaco sconfitto dalla verità” – VIDEO

“Il vicesindaco di Ferrara sconfitto dalla verità”. Queste le parole di Anna Ferraresi, consigliera comunale del Gruppo Misto a Ferrara dopo l’archiviazione, da parte del Gip di Ferrara, della causa che vedeva indagata la titolare dell’edicola in vial Krasnodar accusata di peculato e inosservanza di un provvedimento dell’autorità. Per questa vicenda la consigliera di opposizione si era rivolta al Ministro dell’Interno Lamorgese. La consigliera del Gruppo Misto in questi giorni ha anche presentato una interrogazione al sindaco di Ferrara, sull’utilizzo dei locali comunali per motivi non istituzionali


“Il caso delle mascherine vendute dall’edicolante ha finalmente trovato la strada della verità spiega Anna Ferraresi. “Dopo la campagna diffamatoria e le false accuse, partite dal vicesindaco, la giustizia, quella vera, ha decretato l’archiviazione. La notizia fece scalpore anche per il modo in cui era stata costruita e pubblicizzata. “Oggi possiamo dire che fu un’autentica operazione di marketing ai danni di una libera cittadina titolare di un’impresa – dichiara Anna Ferraresi consigliera comunale – e grazie al mio esposto al Ministro Lamorgese si è accelerata la soluzione”.

“Il caso ha sollevato anche altri temi che eticamente non devono essere archiviati insieme alla falsa accusa, difatti il comportamento improprio del vicesindaco non può e non deve passare in sordina “ha architettato indagini senza averne il ruolo, travestendosi da investigatore  “fai da te”   servendosi  di  presunti  testimoni quali  la consigliera del Gruppo Lega Salvini Premier  Rossella Arquà e l’autista di rappresentanza del Comune Stefano Tieghi, per incastrare una libera cittadina  – aggiunge Anna Ferraresi – ne ha dato pubblicità sui social mettendo alla gogna e invitando  i cittadini a  boicottare un’impresa del nostro territorio, un comportamento deprecabile.”

“La risposta della autorità non si è fatta aspettare e a pochi mesi dalle accuse ne è stata decretata la loro nullità. “L’interesse del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese che ha prontamente reagito al mio esposto è un chiaro esempio di come le istituzioni, quando collaborano a tutti i livelli, possono dare risposte concrete ai cittadini e riportare la giustizia – conclude Ferraresi – oggi posso esprimere solidarietà all’edicolante illecitamente accusata sperando che la sua attività commerciale non ne abbia patito ed esorto le istituzioni locali a rispettare la legge e la libertà dei cittadini” ha concluso la consigliera comunale del Gruppo Misto a Ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *