Ferrara: avvio nuovo anno scolastico in presenza, ecco il piano scuola-trasporti – INTERVISTE

15.653 studenti: 630 in più dello scorso anno (+ 4,19%) nelle 15 scuole superiori di Ferrara, Cento, Codigoro e Comacchio. E’ il ritorno sui banchi degli studenti, in presenza e in sicurezza, che sarà seguito passo dopo posso dal documento operativo per il coordinamento scuola-trasporti messo a punto dall’apposito Tavolo istituito in Prefettura a Ferrara, in vista dell’avvio, lunedì 13 settembre dell’anno scolastico 2021-2022.

La maggior parte degli studenti potrà potranno contare, già entro la prossima settimana, sugli orari scolastici definitivi grazie agli insegnati e al personale già in organico. E’ sugli orari definitivi infatti che viene programmato il trasporto pubblico scolastico. I bus, per sicurezza anticovid, dovranno avere inoltre una capienza dell’80% : per questo alla flotta dei 160 ordinari ne sono stati aggiunti altri 19, provenienti dalle aziende private, con mezzi e personale.

COMUNICATO A CURA PREFETTURA DI FERRARA

In vista della prossima riapertura dell’anno scolastico 2021-2022, è stato varato stamattina, a Palazzo Giulio d’Este, il Documento operativo per il coordinamento scuola-trasporti, sottoscritto dal Prefetto di Ferrara, Michele Campanaro, dall’Assessore alla Mobilità e Trasporti della Regione Emilia Romagna, Andrea Corsini, dal Presidente della Provincia, Nicola Minarelli, dal Sindaco di Ferrara, Alan Fabbri, dal Sindaco di Cento, Fabrizio Toselli, dal Sindaco di Codigoro, Alice Zanardi, dal Sindaco di Comacchio, Pierluigi Negri, dal rappresentante della Direzione Generale Territoriale del Nord Est del Ministero Infrastrutture e Mobilità Sostenibili, Antonino Pizzolo, dal Direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Veronica Tomaselli, dall’Amministratore Unico di AMI, Giuseppe Ruzziconi e dal Presidente TPER, Giuseppina Gualtieri.

Il Piano approvato oggi in Prefettura è la risultante della ricognizione effettuata dall’Ufficio Scolastico Provinciale con i dirigenti scolastici dei 15 Istituti scolastici superiori di secondo grado della provincia estense, incrociata con l’offerta trasportistica locale opportunamente rimodulata, tenendo conto della ripresa dell’attività didattica in presenza per tutti i ragazzi delle Scuole di secondo grado e del coefficiente di riempimento dei mezzi adibiti al trasporto pubblico locale pari all’80%, rispetto alla capienza prevista dalla carta di circolazione.

Ne è conseguito che con la riapertura delle Scuole, a partire da lunedì prossimo 13 settembre, la nuova offerta trasportistica prevede un potenziamento del servizio con 19 bus in più, rispetto ai 160 mezzi previsti negli anni scolastici antecedenti all’emergenza da Covid-19, tenuto conto del numero di studenti iscritti ai 15 Istituti secondari superiori di secondo grado della provincia (14 scuole pubbliche ed 1 privata), che per il nuovo anno scolastico sono complessivamente nel numero di 15.653, con un incremento di 630 unità rispetto allo scorso anno scolastico (+4,19%.) La quantificazione economica del potenziamento dell’offerta trasportistica è stata stimata da A.M.I. in € 1.035.000,00 circa, coperta con risorse aggiuntive statali e regionali.

Si tratta di un potenziamento del servizio davvero significativo – ha sottolineato il Prefetto – che si tradurrà in un incremento delle distanze percorribili pari a 345.000 chilometri. Devo a questo proposito sottolineare ancora una volta la piena unità di intenti che ha animato tutte le Istituzioni firmatarie del Piano fin dalle prime occasioni di confronto e che ringrazio per la disponibilità e la piena collaborazione. Adesso si parte, con l’impegno a monitorare ogni settimana che le cosevadano bene, garantendo l’impiego in sicurezza da parte dei ragazzi dei mezzi di trasporto ed intervenendo tempestivamente, ove occorra, con i necessari correttivi”.

Con il potenziamento delle corse dei bus, gli orari in entrata ed in uscita delle scuole del ferrarese non subiranno modifiche, se non nell’ambito di una flessibilità oraria dell’ordine dei dieci/quindici minuti (8.00-8.15 in entrata ed equivalenti in uscita), evitando un più ampio scaglionamento orario con doppi turni di entrata e uscita.

La pianificazione varata in mattinata a Palazzo Giulio d’Este ha, inoltre, previsto un sistema di controlli in prossimità delle fermate, con l’impiego delle Polizie Locali, di stewards e volontari messi a disposizione dai Comuni di Ferrara, Cento, Codigoro e Comacchio, per favorire l’incarrozzamento degli studenti ed evitare possibili assembramenti. Inoltre, in conformità alle nuove Linee Guida del Ministro della Salute di concerto con il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, adottate il 30 agosto scorso e nell’ambito delle intese in corso di definizione a livello nazionale, il Documento sottoscritto oggi lascia aperta la strada ad un graduale riavvio, da parte dell’ azienda di trasporto, delle attività di controllo, da parte di proprio personale, del possesso dei titoli di viaggio e delle prescrizioni relative ai dispositivi di protezione individuale, da effettuarsi prioritariamente a terra.

L’azienda di trasporti concessionaria per la provincia di Ferrara realizzerà, infine, nel corso dell’intero anno scolastico 2021-2022 una capillare campagna di informazione indirizzata agli studenti, per sensibilizzare al rispetto delle regole comportamentali sul contenimento del contagio ed all’uso della applicazione “ROGER”, avviata di recente da TPER per il monitoraggio delle condizioni di carico dei bus.

«Finalmente riparte l’attività didattica in presenza. Aver riguadagnato quegli spazi di convivenza destinati alla scolarità ed all’educazione è un valore preziosissimo – ha concluso il Prefetto CampanaroAdesso tocca a tutti insieme, istituzioni, aziende di trasporti, famiglie e studenti, impegnarsi perché questo obiettivo non venga messo a rischio, con comportamenti superficiali e irrispettosi della salute di ognuno».

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *