FERRARA BASEBALL: la preparazione nella fase decisiva

Con un modulo specifico per lanciatori e ricevitori

Aumentano le temperature, si allungano le giornate, e il Ferrara Baseball raddoppia la preparazione. Il clima gentile del mese di gennaio ha convinto lo staff tecnico ad aumentare le sedute di allenamento, inserendo a partire da febbraio un modulo specifico il sabato pomeriggio. Una strategia in linea con quanto realizzato da altre realtà del batti e corri italiano; una scelta che permetterà di aumentare ma soprattutto differenziare i carichi di lavoro: nel weekend, infatti, l’impianto di Marrara sarà “riservato” ad allenamenti specifici, partendo doverosamente con la preparazione di lanciatori e ricevitori. A coordinare i lavori del primo gruppo, l’Istruttore Fabio Abetini: lanciatore lui stesso, tecnico ducale dal 2014, negli anni “Abe” ha arricchito il proprio bagaglio di competenze con importanti aggiornamenti, facendosi pioniere (tra i primi in Emilia Romagna) del metodo proposto dal maestro americano Ron Wolforth. “Puntiamo a formare correttamente i movimenti di base di un’efficace azione di tiro”, spiega Abetini, “Rispettando le caratteristiche di base dell’atleta, e con particolare attenzione alla prevenzione di infortuni che, anche se poco significativi a breve termine, possono compromettere l’efficienza e la durabilità delle prestazioni individuali nel corso della carriera.”
Allo stesso tempo si lavora per preparare un adeguato numero di ricevitori, come spiega il tecnico Alessio Marzaduri: “Come sostiene l’americano Jerry Weinstein, quello del catcher è forse il ruolo più completo e complesso nel baseball; il ricevitore non è solo il bersaglio del lanciatore, ma il vero e proprio regista della squadra: dalla sua preparazione e competenza passano le scelte tattiche della difesa, e spesso la tenuta mentale del gruppo nei momenti di difficoltà”. Ruoli chiave, che richiedono adeguata attenzione. Preparazione fisica mirata, esercizi propedeutici ed avanzati, lavoro individuale e a piccoli gruppi. Sfruttando le più moderne opportunità di trasmissione delle informazioni, i tecnici garantiranno formazione anche in remoto, assegnando agli atleti attività da svolgere a casa e predisponendo una serie di tutorial sulla corretta esecuzione dei fondamentali. Entro marzo, lo staff ferrarese prevede di introdurre specifiche sessioni anche per l’addestramento in battuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *