Ferrara Baseball: solo quarto posto in Winter League

Delusione in finale, dopo le eccellenti eliminatorie

Decisamente la Winter League non porta fortuna al Ferrara Baseball. La rappresentativa Ragazzi, che aveva stupito tutti durante le eliminatorie nel girone Veneto Est, resta al palo all’appuntamento conclusivo e chiude al quarto posto in classifica generale: sarà il Rovigo a disputare le finali nazionali a Bologna. L’abusato paradigma sul contenuto del bicchiere segna da un lato il miglior risultato dei ducali nell’albo d’oro della competizione, dall’altro il sottile rimpianto di non essere riusciti a fare di più. La giornata piglia in salita dalla semifinale, che i bimbi del Castello cedono dopo bella contesa ai pari età di Padova. Il punteggio finale (2-1 per quelli del Santo) racconta una prestazione difensiva di livello per un torneo indoor, purtroppo controbilanciata da una prova opaca in attacco: in due occasioni Ferrara non sfrutta a basi piene, gettando pareggio e sorpasso. Non arriva consolazione né rivincita dalla finale per il terzo posto, che premia invece il Palladio Vicenza 5-2. Zucchero e sale nella sintesi del Presidente Squarzanti: “Bravi tutti, atleti e allenatori.. però che peccato. La beffa sta nell’aver dimostrato di avere tutto per potercela giocare. Il risultato non ci premia, ma anche questo è lo sport, e sarà un’occasione di crescita: è importante che i giovani imparino che il successo non è tutto, ma pure che sappiano apprezzare le differenze tra una vittoria ed una sconfitta. Su col morale: lavoreremo di più.”
Esce dalla palestra anche la squadra Esordienti, che nel “Torneo dell’Amicizia” a Modena si è misurata contro i padroni di casa, Crocetta Parma e Reggio Emilia. Il primo incontro finisce 8-13 a favore del Crocetta: i bimbi biancorossi, molti alla prima partita in assoluto, affrontano l’avversario più esperto a muso duro; da segnalare la presa al volo del debuttante Edorardo Merli, e i due homerun del brillante Giacomo Saletti. La seconda sfida premia Reggio Emilia (16-14 il finale); ai reggiani, molto aggressivi sulle basi, rispondono i fratelli Lomurno ed il piccolo F. Lascu, che segnano i primi preziosi punti della loro speriamo lunga carriera. Sereno e soddisfatto il manager Gianluca Carlotti: “Onestamente mi immaginavo meno di così, direi che la direzione è quella giusta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *