Ferrara celebra la giornata mondiale per le vittime dell’amianto

amianto

Incontro oggi pomeriggio al Museo Archeologico per fare il punto su un problema molto diffuso in Italia ma anche nel resto del mondo.

In Italia esistono oltre 32milioni di manufatti di amianto e il picco di coloro che saranno colpiti dalle malattie per l’esposizione all’amianto sarà nel decennio fra il 2015 e il 2025. I dati terribili sugli effetti dell’amianto li snocciola il sindacalista della Uil, Vittorio Caleffi.

Caleffi infatti ha preso parte a un incontro tenuto al Museo Archeologico nazionale per ricordare anche a Ferrara la giornata mondiale delle vittime dell’amianto. L’amministrazione comunale di Ferrara, grazie all’iniziativa dell’assessore all’ambiente, Rossella Zadro infatti da alcuni anni è molto sensibile al problema e per questo ha promosso azioni affinché negli impianti industriali e civili sia rimosso più amianto possibile. In una giornata come questa, dice il sindacato, serve allora ricordare che il nostro Paese deve puntare a rimettere in moto il Piano Nazionale per l’amianto, fermo per via della crisi.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/amianto_giornata.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/amianto_1804114.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *