Ferrara: chirurgia pediatrica, il Prof. Franchella per Emergency in Uganda – VIDEO

C’è anche il contributo di un pezzo importante della scuola di Chirurgia Pediatrica ferrarese nel lavoro dell’Ospedale di Entebbe di Emercency in Uganda. Grazie all’impegno del prof. Andrea Franchella, ex Direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia Pediatria dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara, molti interventi sono e saranno eseguiti a favore dei bambini ugandesi e di tutta la regione.

Infatti l’ospedale (già aperto ma non ancora inaugurato), costruito grazie alla collaborazione fra Gino Strada (EMERGENCY) e l’architetto Renzo Piano, diventerà un centro di riferimento per tutto l’est Africa. L’ospedale, in accordo con il ministero della Sanità ugandese, contribuisce a garantire un più ampio accesso a cure chirurgiche pediatriche. Il Centro offre cure chirurgiche specialistiche e non a bambini e ragazzi di età inferiore ai 18 anni affetti da malformazioni congenite, problemi urologici e ginecologici, anomalie del tratto gastro-intestinale, patologie del sistema biliare, cheiloschisi (come il labbro leporino, un problema che colpisce un neonato su 800) e altre patologie di pertinenza chirurgica più generale. Anche nel Centro di Entebbe, le cure sono completamente gratuite, come in tutti gli ospedali di EMERGENCY.


“La solidarietà è un elemento importante per la nostra sanità pubblica. Specialmente quando si parla di bambini. Sono lieta di dedicare un plauso alla preziosa collaborazione del Prof. Franchella, della quale anche il S. Anna continua ad avvalersi come “Senior Consultant” spiega la Dott.ssa Paola Bardasi, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara, Molti professionisti del nostro ospedale, negli anni, hanno prestato il proprio tempo e professionalità in forma di volontariato a sostegno delle missioni umanitarie nel mondo. Inoltre la nostra Azienda ha fornito diverse attrezzature, donandole a chi ne aveva bisogno. In “cambio” noi riceviamo la soddisfazione di aver contribuito in formato attiva ad un’attività solidale”.

“Il Surgical Children’s Hospital” di Entebbe rappresenta un’opportunità straordinaria per l’infanzia in Africa. In questo ospedale, creato da EMERGENCY, verranno infatti offerti percorsi terapeutici adeguati, qualitativamente identici a quelli che vengono offerti nei Paesi più sviluppati ha spiegato il Prof. ANDREA FRANCHELLA. “Questa esperienza, veramente unica, mi consente di offrire un aiuto chirurgico ai bambini di questa parte del mondo, con il supporto di una struttura straordinaria, al fine di poter dare loro il futuro di cui hanno diritto”.

“Dal 15 giugno 2020 ho l’onore di dirigere la Chirurgia Pediatrica dell’ospedale di Cona e, con grande entusiasmo, ho “raccolto il testimone” lasciatomi dal prof. Franchella, di cui sono stato allievo ha spiegato il Dott. CLAUDIO VELLA Direttore Unità Operativa di Chirurgia Pediatrica Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara.

“La Chirurgia Pediatrica di Ferrara vanta una lunga tradizione di sviluppo e promozione della disciplina, sia sul territorio sia nei paesi a risorse limitate dove, dal 1990, il prof. Franchella e i dirigenti medici del mio Reparto hanno prestato la loro opera. Ho sempre creduto nei principi basilari dell’attività del prof. Franchella, quali la promozione di un atteggiamento professionale e competente nei confronti dei bambini che necessitano di cure chirurgiche, senza mai prescindere dai valori di equità e universalità delle cure stesse”.

“Negli anni sono state eseguite numerose missioni chirurgiche ed umanitarie, frutto di collaborazioni con le organizzazioni di volontariato. Questo ha reso possibile la fondazione, nel 2003, della ONLUS ferrarese “Chirurgo e Bambino” nonché il rafforzamento della collaborazione con altre importanti organizzazioni umanitarie”. Promozione e sviluppo della chirurgia pediatrica saranno alla base del mio lavoro quotidiano mediante l’applicazione reale e tangibile delle nuove tecnologie, il rafforzamento dell’integrazione delle professionalità dedicate al bambino sul territorio. Il tutto con la consapevolezza di poter raggiungere anche luoghi e persone bisognose; realtà in cui non servono solo “prestatori d’opera” ma soprattutto concreti progetti di formazione e sviluppo locali” ha concluso Vella

DATI SULLE MISSIONI E COLLABORAZIONI. I primi progetti ferraresi volti alla realizzazione di percorsi solidali chirurgici a favore dei bambini dei paesi a risorse limitate sono nati negli anni 90 all’Arcispedale S.Anna di Ferrara, grazie all’impegno del prof. Franchella. Le prime missioni sono state eseguite con finanziamenti e collaborazioni con la Fondazione per la Ricerca Pediatrica “Renzo Melotti“, Rotary International e WOPSEC (World Organisation of Pediatric Surgery for Emerging Countries).

L’Unità Operativa di Chirurgia Pediatrica ha voluto poi concretizzare e rafforzare i progetti futuri di aiuto sanitario creando, nel luglio 2003, una propria Associazione, “Chirurgo & Bambino Onlus” oggi ODV.

Elenco delle missioni e delle collaborazioni:

– Dal 1995 al 2002 Guatemala ad Antigua presso le “Obras Sociales Hermano Pedro”.

– 2002, Equador.

– Dal 2003 al 2008, regione del Tharaka.

– Dal 2005 al 2006, collaborazione con Operation Smile Italia in Armenia e Georgia.

– Dal 2007 al 2011, collaborazione con Smile Train in Bangladesh, Yemen, Etiopia, Costa d’Avorio, Benin ed Irak.

– Dal 2007 al 2009, collaborazione con la ONG “Adid” in Mauritania (percorso per il trattamento dei bambini ustionati).

– Dal 2010, collaborazione con la Fondazione “Francesca Rava NPH Italia” per un progetto di formazione in chirurgia pediatrica all’Ospedale S. Damien di Haiti.

– Dal 2011, collaborazione con associazione “Ruvuma Onlus” presso l’ospedale di Mbweni in Tanzania.

Collaborazioni attuali:

– Cooperazione sanitaria con la Clinica Pediatrica “Sao Josè en Bor” in Guinea Bissau.

– attualmente, il prof. Franchella è responsabile per la parte clinica del “Children’s Surgical Hospital” di EMERGENCY in Uganda.

“Il Centro di chirurgia pediatrica di EMERGENCY nasce dal sogno di costruire un ospedale scandalosamente bello nel cuore dell’Africa, che curi gratuitamente bambini e ragazzi di età inferiore ai 18 anni nello stesso modo in cui faremmo qui in Italia, ovvero con chirurgia di alto livello e con tutte le competenze, gli equipaggiamenti e le tecnologie necessarie,” – ha spiegato il Dott. PIETRO PARRINO, Direttore del Field operations department di EMERGENCY.  “Il Centro fa parte dell’ANME, la Rete regionale di medicina di eccellenza, che EMERGENCY ha ideato e che prevede collaborazioni con 11 Paesi africani per costruire ospedali che contribuiscano a rispondere a bisogni sanitari specifici dei singoli Paesi. Si tratta quindi – come ricordato anche dalla Ministra della sanità Ugandese Ruth Aceng Ocero – di un punto di svolta per l’intera regione, e anche per questo speriamo che la collaborazione con l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara possa svilupparsi ulteriormente.”

“Come volontari di EMERGENCY abbiamo seguito con entusiasmo tutte le fasi della realizzazione del nuovo centro di chirurgia pediatrica ad Entebbe, in Uganda” ha sottolineato la Dott.ssa SERENA CAVALLARI, COORDINATRICE DEL GRUPPO EMERGENCY DI FERRARA. Proprio sull’apertura del centro di Entebbe abbiamo organizzato, con il fondamentale aiuto del prof. Franchella, un convegno, che si è tenuto nell’Aula Magna dell’arcispedale S. Anna di Cona il 2 febbraio 2019, a cui per EMERGENCY hanno partecipato Rossella Miccio, presidente, Gina Portella, coordinatrice medica e Lorenzo Siracusano, logista. In quell’occasione è stata presentata la Rete Sanitaria di Eccellenza in Africa, di cui Entebbe fa parte, il modello di eccellenza di EMERGENCY e gli aspetti tecnici ed architettonici più importanti del centro di chirurgia pediatrica.

“Un anno fa molti di noi volontari hanno accarezzato l’idea di partecipare all’inaugurazione dell’ospedale, con la gioia immensa di poter vedere coi propri occhi trasformarsi in realtà i valori di eguaglianza, di rispetto dei diritti umani e di solidarietà, su cui si basa il nostro impegno come volontari, toccare con mano quello che Emergency fa e che raccontiamo alle persone che incontriamo. La pandemia ci ha impedito di andare, così come non ci ha consentito di realizzare gli EMERGENCY DAYS 2020, l’iniziativa più importante organizzata dai volontari del gruppo di Ferrara, che avremmo voluto dedicare al progetto, per presentarlo alla cittadinanza.

“Sapevamo però che era solo questione di tempo, l’ospedale avrebbe finalmente potuto aprire le porte ed accogliere i suoi primi piccoli pazienti, come è effettivamente avvenuto in aprile 2021. Siamo davvero felici di poter ascoltare la testimonianza del dott. Franchella, che ha a cuore EMERGENCY così tanto da mettersi a disposizione e partire per Entebbe” ha concluso Serena Cavallari

(Comunicato a cura Ufficio Stampa Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *