Ferrara Concreta: “Più telecamere per la sicurezza in centro”

telecamere duomoImpianti di videosorveglianza per proteggere i monumenti di interesse pubblico e i luoghi della città di maggior valore.

È questa la richiesta contenuta in una mozione discussa oggi in consiglio comunale e presentata da Ferrara Concreta, una delle liste che hanno sostenuto alle elezioni amministrative il sindaco di Ferrara Tiziano Tagliani. La mozione di Ferrara Concreta è nata pochi giorni dopo i ripetuti atti vandalici avvenuti nel mese di maggio ai danni della Biblioteca Ariostea uno dei luoghi storici cittadini più frequentati. L’installazione di telecamere di sorveglianza, dice la mozione, consentirebbe di proteggere meglio questo e altri luoghi monumentali di cui è ricca Ferrara, disincentivando gli atti vandalici e permettendo di individuarne i responsabili.

Scadranno invece il 20 luglio 2016 i termini per poter usufruire di contributi relativi all’acquisto e installazione di sistemi per la sicurezza domestica. Si tratta di una azione, già inserita nel “Patto per Ferrara sicura” sottoscritto da enti e istituzioni locali, che intende promuovere e sostenere le iniziative finalizzate a incrementare la sicurezza delle abitazioni private nel territorio comunale e prevede un contributo a fondo perduto per favorire l’adozione di sistemi di protezione e videosorveglianza, dagli antifurto alle telecamere, per prevenire i crimini contro la proprietà privata. Per il 2016 è stato stanziato un fondo da 100.000,00 euro e i contributi messi a disposizione verranno assegnati fino a esaurimento sulla base di una graduatoria che terrà conto di specifiche caratteristiche dei richiedenti fissate dal bando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *