Ferrara: condannato in Spagna per violenza su minorenne, arrestato a Portomaggiore

Ieri sera 18 gennaio 2021 i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Portomaggiore (FE), rintracciavano nei pressi della stazione ferroviaria un uomo di origine pakistana, ventitreenne, irregolare in Italia e senza fissa dimora.

Il giovane, privo di documenti, era apparso sospetto agli operanti, che non lo avevano mai notato prima nella giurisdizione, per cui decidevano di accompagnarlo in caserma per l’identificazione tramite le impronte digitali. Grazie al fotosegnalamento i militari riuscivano a risalire alla reale identità dello straniero, che risultava colpito da un mandato di arresto europeo (MAE), inserito dalle autorità iberiche.

Gli accertamenti esperiti permettevano di appurare che il ventenne, il 03 marzo del 2016, all’epoca diciannovenne, aveva violentato una ragazza minorenne nel territorio spagnolo. A seguito del processo instauratosi l’imputato venne giudicato colpevole e condannato alla pena di sette anni di reclusione. Il pakistano si era tuttavia reso irreperibile e le Autorità Spagnole emettevano a suo carico, il 18 maggio 2020, un mandato di cattura europeo.

La fuga del violentatore si è conclusa ieri sera a Portomaggiore (FE), con l’arresto da parte dei Carabinieri e la sua traduzione al carcere di Ferrara, in attesa dell’estradizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *