Ferrara e Modena: appello all’Unesco

La torretta del Castello estense e il museo del castello, uno dei principali del territorio. Solamente queste due importanti beni artistici e culturali con la seconda scossa che ha aggravato la situazione, contano danni per oltre 5 milioni di euro. La Provincia, da bilancio, ne è riuscita a stanziare appena 400 mila euro.

E’ solo un esempio per avere un’idea di quanto servirà, in termini di fondi, per salvare il patrimonio artistico culturale delle zone colpite dal sisma.La conta dei danni aumenta di giorno in giorno. E’ a questo punto può giocare un ruolo importante l’Unesco, l’agenzia specializzata delle nazioni unite, che sta facendo una mappatura dei danni sui monumenti. Nelle sue liste è iscritto anche il centro storico di Ferrara e Piazza Grande di Modena.

La richiesta dei sindaci sarà indirizzata ad utilizzare la legge 77, al momento l’unico canale di finanziamento vero sui siti dell’Unesco. Fondi sino ad ora utilizzati per segnaletiche, informazioni vari ma che ora, dovranno essere stanziati cambiando le priorità.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120602_07.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *