Ferrara, “gioiello del Rinascimento” a Parigi

‘Ferrara, jouyau de la renaissance italienne’, un libro dedicato alla città emiliana e alle sue ricchezze, opera della francese Julie Chaizemartin, è stato presentato oggi a Parigi all’Istituto di cultura italiano, alla presenza dell’autrice.

Ferrara, la città di Ariosto, del Tasso, dove operarono i più grandi architetti e pittori del Rinascimento, ebbe un momento di gloria e splendore come poche altre nel XV e XVI secolo, quando divenne culla artistica e culturale dell’umanesimo, accolse ebrei espulsi dalla Spagna e protestanti perseguitati dalla Chiesa.

Ferrara cadde poi nell’oblio dopo che le armate papali vi si insediarono ne 1598. Inserito nel patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1995, il centro storico della città ha mantenuto la sua parte medievale mentre nel suo complesso gli architetti definiscono Ferrara la “prima città moderna d’Europa”.

Il libro della storica dell’arte Julie Chaizemartin, presentato a Ferrara il 25 settembre scorso, è ricco di 150 riproduzioni di opere di architettura, affreschi e dipinti poco noti e invita a una riscoperta del Rinascimento ferrarese che riserva non poche sorprese.

La scrittrice, le edizioni Berg International, la fotografa Marie Lopez-Vivanco e il giornalista Guillaume Durand hanno deciso di versare il 10% dei ricavi della vendita del libro alla Provincia di Ferrara per sostenere la ricostruzione e il restauro del patrimonio culturale dopo il terremoto che ha colpito la zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *